Home Serie BCrotone Crotone generoso ma inconcludente: Pavoletti e Joao Pedro lo puniscono nella ripresa

Crotone generoso ma inconcludente: Pavoletti e Joao Pedro lo puniscono nella ripresa

by Redazione Sport Team Calabria

                                                     

Come una finale. E’ così che Stroppa ha voluto preparare la sfida col Cagliari che diventa snodo cruciale per continuare a tenere accesa la fiammella della speranza. Di fronte i sardi che hanno appena cambiato allenatore: Semplici ha rilevato Di Francesco e riparte dal suo 3-5-2 con gli stessi uomini che “utilizzava” il vecchio allenatore. Per l’occasione, il suo dirimpettaio Stroppa, si schiera col modulo del secondo tempo di Torino, il 3-4-2-1.
Parte forte il Crotone che al 3′ costruisce la prima potenziale occasione da rete sulla corsia di destra: Ounas apre per Rispoli che affonda e cerca il crosso sul secondo palo sul quale Messias non arriva per questione di centimetri. Due minuti dopo, al 5′, è invece lo stesso brasiliano ad avere la palla buona perlomeno per centrare lo specchio della porta ma, lanciato in verticale da Vulic, in posizione defilata calcia alto col mancino. Squali comunque in partita sin dai primi minuti. I sardi però non ci stanno e provano a replicare al 7′: cross dalla destra di Nandez, Nainggolan non aggancia ma alle sue spalle c’è Lykogiannis che calcia di prima trovando una deviazione e quindi un corner. Sono i padroni di casa a provare a fare la partita ma certo il Cagliari non sta a guardare ed al 14′ ci prova su calcio di punizione, ma la testa di Ceppitelli non inquadra la porta. Sia arriva così a 20′ quando sull’asse Ounas-Di Carmine, i pitagorici arrivano in area di rigore, chiamando Duncan ad un intervento in ripiegatura. L’ex Sassuolo per poco non sfiora l’autogol, ma Cragno è attento. Subito dopo si  fa male Vulic costretto a lasciare il campo a Zanellato. Altra tegola al 38′ quando si fa male anche Molina, al suo posto Eduardo Henrique, Crotone sfortunato, Stroppa infatti, non solo perde i suoi centrocampisti centrali, ma usufruisce anche di 2 dei 3 slot a disposizione per le sostituzioni.
Sfida che si fa anche un po’ nervosa caratterizzata da molti scontri in mezzo al campo, poche – infatti – le emozioni fino al 45′ ed ai 4 minuti di recupero. Prima frazione che termina dunque sullo 0-0.
Nei primi minuti della ripresa i padroni di casa sono molto propositivi e provano a schiacciare nella loro metà campo gli avversari, ma gli attacchi risultano inconsistenti. Al contrario, gli attacchi dei sardi, forse i primi della gara, sono efficaci visto che al 56′ il Cagliari passa in vantaggio: Duncan in mezzo al campo supera Zanellato e da il la all’attacco cagliaritano aprendo sulla sinistra per Lykogiannis, il greco effettua il cross sul secondo palo dove Pavoletti stacca e batte Cordaz, 0-1. Il Crotone subisce il colpo (come accaduto praticamente sempre in questa stagione) e due minuti dopo regala la chance del raddoppio ai sardi. Sulla corsia di destra Nandez lanciato, entra in area ed appoggia per Naingolaan che calcia, Cordaz respinge sui piedi di Pavoletti che viene messo giù da Magallan. Calcio di rigore e giallo per il difensore argentino. Dal dischetto si presenta Joao Pedro cha batte in maniera impeccabile Cordaz, 0-2 al 60′.
Sotto di due reti Stroppa prova a correre ai ripari inserendo Reca e Simy per Rispoli e Di Carmine ed al 62′ Ounas va vicino a riaprire la gara con un mancino preciso che però sbatte sul palo, sulla ribattuta Simy calcia ma è in off-side.
Chiaramente, ora, l’inerzia della partita è tutta dalla parte degli ospiti che possono gestire e ripartire in contropiede.
Di fatto, nonostante le sostituzioni, i rossoblu di casa non riescono a portare pericoli dalle parti di Cragno, seppur ci provino con molta generosità e si fanno segnalare solo per un calcio di punizione di P.Pereira la 90′, sul quale Cragno vola e smanaccia. Ma in questo sport la generosità non basta e pertanto arriva la sesta sconfitta consecutiva per Stroppa ed i suoi che sa molto di bocciatura totale per la categoria. Dopo 24 giornate, infatti gli squali restano ultimi con 12 punti a 6 dal Cagliari che vincendo(dopo 16 gare senza farlo) tocca quota 18, a 8 dal Torino (prima squadra salva) che dovrà poi recuperare la gara col Sassuolo. La prima finale di certo non è andata bene.

TABELLINO

Crotone-Cagliari 0-2  (56′ Pavoletti, 60′ Rig. Joao Pedro )

CROTONE(3-4-2-1): Cordaz; Magallan, Golemic, Luperto; Rispoli(dal 64′ Reca), Molina(dal 39′ Eduardo Henrique), Vulic(dal 20′ Zanellato), P.Pereira; Ounas, Messias; Di Carmine(dal 64′ Simy). ALL. Stroppa

CAGLIARI(3-5-2): Cragno; Ceppitelli, Godin, Rugani; Nandez, Nainggolan, Marin, Duncan(dal 65′ Deiola), Lykogiannis; Joao Pedro(dal 78′ Asamoah), Pavoletti(dal 65′ Simeone). ALL. Semplici

Arbitro: Fabbri di Ravenna

Ammoniti: Ceppitelli, Lykogiannis, Di Carmine, Rugani, Magallan

Espulsi: Lykogiannis per doppia ammonizione

Related Articles

Leave a Comment