Home Serie CCatanzaro Beffa finale per il Catanzaro: pareggio Feralpi al minuto 89′ ed eliminazione

Beffa finale per il Catanzaro: pareggio Feralpi al minuto 89′ ed eliminazione

by Redazione Sport Team Calabria

La spinta dei 10.000 al Ceravolo per sostenere i giallorossi e condurli al turno successivo dei play-off. In questa match di ritorno alle aquile serve una vittoria dato che all’andata i lombardi si sono imposti per 1-0. Dunque una qualsiasi vittoria consentirebbe al Catanzaro di qualificarsi. Per farlo Auteri sceglie il tridente pesante composto da Fischnaller, Bianchimano ed il rientrante Kanoutè.

Ma la gara in principio è abbastanza contratto con gli ospiti che attendono ed i locali che non si sbilanciano. La prima conclusione arriva al 12′ e porta la firma di Maiorino che – dopo la rete decisiva nel match di 4 giorni prima –  ci riprova su calcio piazzato costringendo Furlan in corner.
Sono sempre gli ospiti a rendersi pericolosi al minuto 23′ quando su un cross di Legati, Caracciolo in tuffo prova a deviare verso lo specchio mettendo i brividi a tutto lo stadio.
Paura che diventa reale al minuto 34′ quando gli ospiti passano in vantaggio: Caracciolo lavora un pallone in area di rigore, lo appoggia a Maiorino che a sua volta gira di prima per Pesce che di sinistro calcia di prima intenzione trovando la carambola sul palo ed il gol che gela il “Ceravolo”.
Gara dunque in salita, adesso, per Auteri ed i suoi ragazzi che qualche minuto dopo sono anche costretti a rinunciare a Bianchimano che lascia il campo per un infortunio, al suo posto D’Ursi.

Il Catanzaro accusa il colpo e non riesce a reagire nei minuti restanti della prima parte di gara. Dunque all’intervallo la Feralpi Salò è avanti.

Ripresa a tutto gas del Catanzaro che al 49′ avrebbe anche pareggiato con Fischnaller se solo l’assistente non alzasse la bandierina rendendo vano il sinistro dell’altoatesino.

Tre minuti dopo, al 52′, il gol i giallorossi lo trovano davvero: giro palla nella metà campo avversaria, sfera che giunge tra i piedi di De Risio che controlla e calcia dai 25 metri trovando l’angolino alla destra di De Lucia per la gioia dei diecimila, 1-1. Gara rimessa sui binari del pareggio.

Da questo momento in poi, pare esserci solo una squadra in campo ed è ovviamente quella di casa che si getta, in maniera lucida ed ordinata, alla ricerca del gol qualificazione. Tuttavia, gli attacchi dei giallorossi, non sono molto pericolosi ecco perché Auteri decide per altre due sostituzioni al 68′: dentro Giannone e Pambianchi per Signorini e Nicoletti, passando ad un 4-2-3-1 molto offensivo.

Portano bene i cambi perché un minuto dopo arriva la rete del 2-1: cross a rientrare dalla destra di Maita sul quale Fischnaller brucia tutti, sfiora di testa e batte De Lucia, Catanzaro in vantaggio per la prima volta nella gara al 69′.

L’inerzia ora è totalmente dalla parte dei calabresi che sulle ali dell’entusiasmo sfiorano il terzo gol prima con Kanoutè e poi con Giannone, ma in nessuna delle due occasioni trovano la rete lasciando comunque ancora in partita gli avversari.

Pertanto Auteri ridisegna la sua squadra inserendo Eklu (un centrocampista) per Kanoutè (un attaccante) mentre non cambia nulla con l’ingresso di Ciccone per Fischnaller.

E’ ancora tempo di soffrire però per i giallorossi che, avendo finito le sostituzioni, non possono permettere a Figliomeni di uscire dal campo. Il difensore, sofferente al ginocchio, resta stoicamente in campo per non lasciare in inferiorità numerica i suoi compagni.

Contropiede Catanzaro al minuto 83′ concluso da D’Ursi che calcia bene a giro sul secondo palo ma trova il puntuale intervento di De Lucia.

Poi, al minuto 89′, la beffa: corner corto per la Faralpi battuto su Contessa che controlla e mette il cross sul quale arriva in solitaria Legati che di testa da due passi batte facilmente Furlan per il 2-2. Grave disattenzione difensiva che può costare la qualificazione, di fatto col pari i lombardi vanno avanti. Restano solo i 6 minuti di recupero per provare a portarsi di nuovo in vantaggio.

Arrembaggio finale che produce un’occasione da corner al 94′ sul quale Celiento tenta il colpo dello scorpione sul secondo palo, ma senza successo.

E’ l’ultimo frame di una gara che termina tra le poteste del presidente Noto sceso in campo a “redarguire” l’arbitro reo di aver concesso il corner, sull’azione dalla quale è derivato il pareggio di Legati, nonostante la palla non fosse uscita. Azione che resta dubbia ma che sancisce comunque la clamorosa eliminazione dei giallorossi che abbandonano i sogni di gloria.

TABELLINO:

Catanzaro – Feralpi Salò 2-2 (34′ Pesce,52′ De Risio, 69′ Fischnaller, 89’Legati)

CATANZARO (3-4-3): Furlan; Celiento,Figliomeni,Signorini (dal 68′ Pambianchi); Statella, Maita, De Risio, Nicoletti (dal 68′ Giannone); Fischnaller (dal 75′ Ciccone), Bianchimano(dal 41′ D’Ursi), Kanoutè (dal 74′ Eklu). ALL. Auteri

FERALPI SALO’ (4-3-2-1): De Lucia; Legati, Giani (dal 29’Altare), Marchi, Contessa; Magnino (dal 74′ Ferretti), Scarsella, Pesce; Maiorino,Vita; Caracciolo (dal 67′ M.Marchi). ALL. Zenoni

Arbitro: Amabile di Vicenza

Ammoniti: Contessa, Kanoutè, Celiento, D’Ursi, Eklu

NOTE: 9349 spettatori

Foto Silipo

 

Related Articles

Leave a Comment