Home Serie CCatanzaro Catanzaro, buona la prima: Nicastro e Kanoutè stendono il Teramo

Catanzaro, buona la prima: Nicastro e Kanoutè stendono il Teramo

by Redazione Sport Team Calabria

Al via allo Stadio Nicola Ceravolo il campionato del Catanzaro di mister Auteri che ospita il Teramo nel primo impegno della manifestazione 2019/2020.

Il tecnico di Floridia si affida al suo consueto 3-4-3 lanciando il neo acquisto Martinelli nei tre dietro al fianco di Riggio e Celiento. Out Urso, le chiavi del centrocampo sono affidate alla rodata coppia MaitaDe Risio. Nel tridente offensivo Nicastro riferimento centrale davanti alle frecce Di Livio e Kanoutè. 

Dall’altra parte mister Tedino adotta un 4-2-3-1 con l’ex Cosenza Mungo trequartista a supporto della coppia offensiva Cianci-Martignago.

La prima occasione della partita è per Celiento che ci prova con un destro velenoso dai 35 metri ben disinnescato dall’estremo difensore ospite Tomei. Il Teramo risponde subito in contropiede con Mungo, il quale lascia partire un insidioso destro all’angolino ben respinto in tuffo da Di Gennaro.

Al 17′ il risultato si sblocca: Kanoutè  mette in area un bel cross che pesca la testa di Celiento, il quale colpisce il palo. La palla rimane nei pressi della linea di porta ed è bravo Nicastro a ribadire in rete da rapace d’area di rigore.

Passano solamente 5′ ed Ilari stende in area di rigore Riggio: il direttore di gara non ha dubbi e decreta il penalty a favore dei giallorossi perfettamente realizzato da Kanoutè. Uno-due micidiale delle Aquile. È lo stesso attaccante senegalese ad avere l’occasione di siglare la terza rete giallorossa al 31′ su lancio di Martinelli ma è bravo Tomei ad ipnotizzarlo tenendo in vita i suoi. Tedino corre ai ripari ed inserisce Bombagi al posto di Martignago passando al 4-5-1 con Cianci unico riferimento offensivo.

La seconda frazione si apre con un episodio molto importante da segnalare: al 48′ Celiento stende Bombagi in area e per il direttore di gara è rigore. Dagli 11 metri va lo stesso Bombagi che però si fa ipotizzare da Di Gennaro. Pochi secondi dopo però è sempre Celiento lo sfortunato protagonista in casa giallorossa deviando nella propria porta un apparentemente innocuo cross dei biancorossi e riaprendo la gara. Intorno all’ora di gioco Nicastro di tacco avrebbe l’opportunità di siglare la sua personale doppietta ma la bella giocata dell’ex Perugia si stampa contro il palo. Con il passare dei minuti i ritmi si abbassano anche a causa delle elevate temperature. Entrambi i tecnici per far fronte a tale problematica effettuano una girandola di sostituzioni rivoluzionando l’assetto tattico iniziale. La gara scorre via senza particolari sussulti e con il risultato in discussione fino al termine della gara. Il match termina dopo quattro di recupero e sancisce il successo del Catanzaro contro gli abruzzesi. Prima frazione dominata dai ragazzi di Auteri, al contrario della ripresa dove la condizione fisica ancora non ottimale ed il caldo eccessivo si sono abbattuti sui calciatori. Tre punti comunque fondamentali per le Aquile che cominciano alla grande il proprio campionato 2019/2020.

Catanzaro (3-4-3): Di Gennaro, Celiento, Riggio, Martinelli, Statella, De Risio, Maita, Casoli (Figliomeni 88′), Kanoutè (Mangni 69′) Di Livio (Calì 76′), Nicastro (Giannone 77′)Allenatore: Auteri

Teramo (4-3-1-2): Tomei, Cancellotti, Cristini, Piacentini, Di Matteo, Santoro (Cappa 63′), Arrigoni (Viero 61′) Ilari (Tentardini 52′), Mungo, Cianci (Magnaghi 52′), Martignago (Bombagi 31′). Allenatore: Tedino

CATANZARO-TERAMO: Nicastro 18′, Kanoutè 25aut. Celiento 49′

AMMONITI: Ilari, Di Livio, Arrigoni

ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale

NOTE: 7262 spettatori


Related Articles

Leave a Comment