Home Serie CCatanzaro Catanzaro, che blitz ad Avellino: l’ex Braglia sconfitto per 3-1

Catanzaro, che blitz ad Avellino: l’ex Braglia sconfitto per 3-1

by Redazione Sport Team Calabria

                   

Dopo due brutte prestazioni contro Ternana e Palermo e il conseguente ritiro punitivo del dg Foresti, il Catanzaro risponde e reagisce alla grande battendo addirittura in rimonta l’Avellino dell’ex Braglia al “Partenio-Lombardi”.

Subito ghiottissima occasione sprecata al 7′ da Carlini che, ben imbeccato in area di rigore da Curiale, spreca tutto a tu per tu con Pane con un diagonale destro che non inquadra nemmeno (seppur per poco) lo specchio della porta. Gli irpini cercano inizialmente di intimorire Branduani con velleitari tentativi su palle inattive che non sortiscono alcun effetto. Per i padroni di casa al 25′ si rende necessario il cambio tra Errico (stiramento per lui) e Bernardotto. Proprio l’ex Vibonese è protagonista al 31′ quando resiste a molteplici falli di Fazio e Martinelli, offrendo il pallone a Santaniello il cui cross viene meravigliosamente scagliato verso la porta da una spettacolare rovesciata di Fella che sblocca il match. L’ Avellino prende un po’ di fiducia ma il Catanzaro trova il pari con un po’ di fortuna al  42′ quando un cross dalla destra di Curiale si trasforma in un vero e proprio tiro in porta finendo incredibilmente alle spalle di Leoni (che qualche minuto prima aveva sostituito l’infortunato Pane).

Nella seconda frazione di gara un immediato episodio rompe la parità numerica in campo: al 47′ Carlini va via a Miceli che è costretto a stenderlo al limite dell’area ma il difensore campano era già stato precedentemente ammonito, secondo giallo per lui quindi e Avellino che giocherà il resto del match in 10 uomini. Dalla seguente punizione dai 18 metri Contessa non riesce a trovare il varco giusto con la sfera che termina alta sulla traversa. Braglia corre ai ripari rinunciando all’attaccante Santaniello in favore di M.Silvestri mentre Calabro intuisce il potenziale nervosismo della gara sostituendo il già ammonito Accardi per Garufo. Al 58′ il Catanzaro completa la rimonta: Di Massimo sfugge a tutta la difesa avversaria e con freddezza piazza sul primo palo il gol del 2-1. Gli uomini di Braglia cercano di rimanere in partita provando ad aggrapparsi più al proprio temperamento che alle proprie qualità, il Catanzaro conduce la gara invece con diligenza e nervi ben saldi. Al 75′ i giallorossi potrebbero chiudere la gara con una ripartenza di Carlini stoppata da Leoni in uscita che però consegna il pallone tra i piedi di Garufo, il neoentrato prova subito a calciare verso la porta ma la conclusione è stoppata provvidenzialmente sul nascere da Tito. Il tris però arriva lo stesso due minuti dopo con un’altra ripartenza questa volta sfruttata al meglio da Di Piazza che segna il 3-1 che tranquillizza le aquile. Al 80′ ci pensa poi Branduani a non far tornare in gara i lupi con una respinta di piede dopo una conclusione di Aloi in area dopo gli sviluppi di un corner dalla destra.

TABELLINO

Avellino-Catanzaro 1-3  (25′ Fella, 42′ Curiale, 58′ Di Massimo, 77′ Di Piazza)

AVELLINO (3-5-2): Pane (34′ Leoni); L.Silvestri, Miceli, Rocchi; Ciancio, Aloi, D’Angelo, Errico (25′ Bernardotto), Adamo (53′ Tito); Fella, Santaniello (53′ M.Silvestri). Allenatore: Braglia.

CATANZARO (3-5-2): Branduani; Fazio, Martinelli, Riccardi (56′ Garufo); Casoli, Verna, Risolo (83′ Altobelli), Carlini, Contessa; Di Massimo (69′ Corapi), Curiale( 69′ Di Piazza). Allenatore: Calabro

Ammoniti: Martinelli, Miceli, Riccardi, Tito, Rocchi

Espulsi: Miceli

Foto Luigi Silipo

                                         

Related Articles

Leave a Comment