Home Catanzaro Catanzaro sprecone, il Trapani vince 2-1 in rimonta

Catanzaro sprecone, il Trapani vince 2-1 in rimonta

by Redazione Sport Team Calabria

Pioggia di gol e rigori nel big match dell’ultima gara del girone di andata. Il Catanzaro si era portato in vantaggio e diverse volte ha rischiato di chiudere la sfida, ma la caparbietà del Trapani viene premiata con una vittoria in rimonta nella ripresa che lancia al momento i granata come la prima concorrente (Catania permettendo) alla Juve Stabia capolista.

Auteri rilancia il tridente “leggero” dal primo minuto con Kanoute, Fischnaller e D’Ursi mentre nel riscaldamento perde Signorini sostituito da Lame. Mister Italiano conferma Costa Ferreira ancora una volta come terzino sinistro e in avanti dà fiducia a Dambros con Evacuo e Tulli.

Le aquile trovano subito il vantaggio al 10′ grazie ad un calcio di rigore procurato (per un fallo di Pagliarulo) e trasformato da Kanoute che dagli 11 metri batte Dini. I siciliani accusano il colpo e cercano di reagire subito dopo 3 minuti con Evacuo con aggancia un pallone al volo sfiorando poi il palo con una conclusione di sinistro. Al 23′ Lame la stava combinando grossa lasciando una grande opportunità ad Evacuo ma Celiento in maniera provvidenziale evita guai peggiori. I giallorossi potrebbero raddoppiare al 26′ con Fischnaller che sfrutta un pallone rimasto in area di rigore dopo un cross di Iuliano dalla destra ma il il tiro dell’altoatesino è sporco e imperfetto. Per il Catanzaro Lame continua a non essere sereno e al 31′ commette un ingenuo fallo da rigore su Evacuo: il bomber trapanese si presenta dal dischetto ma un super Furlan grazie all’aiuto del palo neutralizza il tiro dell’attaccante granata. Auteri capisce bene il momento psicofisico di Lame e lo sostituisce subito dopo con Nicoletti.

Nel secondo tempo pronti-via è nuovamente Kanoute a mettere scompiglio nella difesa siciliana: Pagliarulo lo stende per la seconda volta e terzo rigore decretato dall’arbitro Sozza di Seregno. Questa volta però Dini riesce ad ipnotizzare il numero 17 delle aquile e a parare la conclusione apparsa più debole rispetto alla precedente. Al 57′ si rivede in avanti il Trapani con un colpo di testa debole di Tulli che finisce innocuo tra le braccia di Furlan. Il gol del pareggio arriva poi al 66′ grazie ad una punizione di Taugordeau che bissa la finalizzazione vincente di due giornate prima proprio al “Provinciale” contro il Rende che valse 3 punti. Il Trapani viaggia sulle ali dell’entusiasmo mentre il Catanzaro si rintana pericolosamente nella propria metà campo. In una mischia selvaggia in area di rigore delle aquile infatti arriva il 2-1 del Trapani con una ribattuta di testa di  Pagliarulo che varca la linea dopo che Furlan era stato messo fuori causa per un miracolo dello stesso estremo difensore giallorosso. I siciliani continuano il loro pressing e rischiano di chiudere la gara al 76′ con il gol di Nzola che viene però annullato per una posizione di fuorigioco. Gli uomini di mister Auteri non riescono a creare nessuna altra occasione da gol e devono arrendersi ad una sconfitta maturata in un secondo tempo in cui i giallorossi hanno mostrato troppa passività alle giocate degli uomini di mister Italiano

Tabellino:

Trapani-Catanzaro 2-1 (10′ rig. Kanoute, 66′ Taugordeau, 73′ Pagliarulo)

TRAPANI (4-3-3): Dini; Scrugli, Pagliarulo, Toscano (60′ Scognamillo), Costa Ferreira; Aloi, Taugordeau, Corapi; Tulli (60′ Nzola), Evacuo Dambros (85′ Garufo). All. Italiano

CATANZARO (3-4-3): Furlan; Celiento, Riggio, Lame (34′ Nicoletti); Statella, Maita (72′ Eklu), Iuliano, Favalli; Kanoute (72′ Repossi), Fischnaller (59′ Giannone), D’Ursi (59′ Ciccone). All. Auteri

Ammoniti: Maita, Pagliarulo, Nicoletti, Riggio, Iuliano, Furlan, Taugordeau

Note: al 31′ Furlan (C) para un calcio di rigore a Evacuo (T); al 50′ Dini (T) para un rigore a Kanoute (C)

Related Articles

Leave a Comment