Home Serie BCrotone Crotone bello ma poco concreto: al Mapei Stadium arriva un’altra sconfitta

Crotone bello ma poco concreto: al Mapei Stadium arriva un’altra sconfitta

by Redazione Sport Team Calabria

     

Un Croton bello ma sfortunato e poco cinico esce sconfitto dal Mapei Stadium e rimane a 0 punti in classifica.

Sfida affascinante quanto difficile per il Crotone di Stroppa che si presenta al Mapei Stadium con una formazione incerottata dovendo rinunciare ancora a Cuomo, Benali, Riviere e per ultimo Eduardo ma non rinuncia all’idea di proporre calcio. Non convocato il neo acquisto Petriccione. De Zerbi applica il solito turn-over senza perdere la mentalità più che propositiva. Ci si aspetta dunque, una gara alquanto spettacolare. Ma in realtà è un po’ il contrario: il Crotone infatti chiude bene gli spazi, riesce a compattare le linee ed a ripartire in velocità. Al 5′  cross di P. Pereira che Reca raccoglie ed appoggia Simy il quale è bravo a proteggere palla ed a cercare Messias che arriva di gran carriera ma non riesce a calciare da pochi passi.
Gara che, almeno inizialmente, si gioca molto a centrocampo, in un fazzoletto. Sono ancora gli ospiti al 18′ a proiettarsi in avanti con Messias che guadagna e calcia una punizione ma la battuta è troppo debole, facile per Consigli.

Un minuto dopo però, al primo vero affondo il Sassuolo passa: grande apertura di Locatelli per Berardi che si accentra da destra, vince un rimpallo e cerca lo scambio con Defrel. Conclude l’azione con un tiro dal limite debole ma deviato e che beffa Cordaz, 1-0. Il capitano rossoblu avrebbe potuto fare certamente di più.

Nonostante lo svantaggio è il Crotone a fare la partita: al 22′ Marrone non sfrutta un’uscita a vuoto di Consigli da corner e non riesce a ribadire a rete. Tre minuti dopo, al 25′, Cigarini calcia una punizione dal limite che sbatte sulla traversa, pitagorici sfortunati. Al 28′ si riaffaccia in avanti il Sassuolo: grande azione in velocità con l’ultimo passaggio per Toljan che in area calcia a giro ma alto. Dopodiché solo Crotone in campo: gli squali riescono a creare più di un grattacapo alla difesa neroverde ma non riescono mai a concludere con la giusta cattiveria e concretezza. Ci provano Molina, Messias e Vulic, tutti da ottima posizione ma senza la giusta potenza. Pertanto la prima frazione termina con un Crotone che si lascia preferire agli avversari ma che è sotto di una rete.

I primi minuti della ripresa sono ancora di marca Crotone ed al 49′ arriva il pareggio: Cigarini in area scalciato da Bourabia, guadagna calcio di rigore, Simy dal dischetto è impeccabile, 1-1. L’inerzia della gara si sposta dalla parte dei rossoblu che però non riescono a sfruttare le ali dell’entusiasmo ed al 55′ in ripartenza Berardi si gira e calcia, sfiorando l’incrocio dei pali. Sull’azione successiva, cross di Kyriakopoulus – entrato al posto di Muldur – e mani di Pereira, il VAR conferma il tocco, calcio di rigore. Dal dischetto Caputo segna e fa 2-1 al 58′.

Altro “colpo basso” dunque per gli uomini di Stroppa che però non si disuniscono continuando a sciorinare calcio: tante infatti le potenziali occasioni per gli squali, tutte però non sfruttate come quella capitata sui piedi di Reca al 69′ che dopo un tocco di Simy calcia anche da buona posizione ma trova solo l’esterno della rete. Si arriva così al 77′ quando mister Stroppa effettua una doppia sostituzione: Dragus e Gomelt per Vulic e Cigarini (già ammonito), Messias arretra la sua posizione ed il rumeno fa tandem con Simy. Il rumeno entra subito in partita e semina il panico nella difesa del Sassuolo come al 82′ quando riceve da Reca – servito da un ottimo Molina – e prova a restituire la sfera al polacco con un filtrante, lunga di un soffio. Peccato. Ma gli squali ci sono, ci provano fino alla fine. O almeno fino al 85′. I neroverdi chiudono infatti il match: Dragus perde palla  sulla trequarti avversaria innescando il contropiede dei padroni di casa Berardi lancia in verticale Caputo che, tutto solo davanti a Cordaz, lo batte con un tocco sotto alla “Pandev”, 3-1 gara chiusa. C’è ancora tempo per la quarta rete di Locatelli che sfrutta un’indecisione della difesa rossoblu, si intromette e col destro batte ancora Cordaz.

Dunque il Crotone si lecca le ferite e torna a casa ancora a mani vuote dopo una prestazione comunque buona a tratti migliore degli avversari che però riescono ad essere più maliziosi ed a sfruttare gli errori dei pitagorici i quali invece non hanno concretizzato la buona mole di gioco.

TABELLINO

Sassuolo-Crotone 4-1 (19′ Berardi, 49′ Simy, 58′ e 85′ Caputo, 93′ Locatelli)

SASSUOLO(4-2-3-1): Consigli; Toljan, Chiriches(dal 34′ Ayhan), Ferrari, Muldur(dal 53′ Kyriakopolous); Bourabia(dal 53′ Obiang), Locatelli; Berardi, Djuricic(89′ Traorè), Defrel(dal 90′ Peluso); Caputo. ALL. De Zerbi

CROTONE(3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Golemic; P.Pereira(dal 84′ Rispoli), Molina, Cigarini(dal 77′ Gomelt), Vulic(dal 77′ Dragus), Reca; Messias, SImy ALL. Stroppa

Arbitro: Pezzuto di Lecce

Ammoniti: Chiriches, Simy, Magallan, Cigarini, Kyriakopoulus,

Related Articles

Leave a Comment