Home Serie BCrotone Mister Cosmi alla vigilia di Crotone-Fiorentina: “Nessun rammarico, questa esperienza mi ha dato molto”

Mister Cosmi alla vigilia di Crotone-Fiorentina: “Nessun rammarico, questa esperienza mi ha dato molto”

by Redazione Sport Team Calabria

                                                                                                 

Dopo due buone prestazioni, il Crotone si prepara all’ultima giornata di questo straziante torneo, mister Cosmi la presenta così.

Salve mister, come ha preparato questa ultima gara di massima serie per il Crotone e molto probabilmente anche per lei? Quanto questo aspetto potrà incidere?

Per tanti potrà essere un addio, per alcuni un arrivederci, per altri un passaggio per poi tornare in questa categoria. Abbiamo qualche analogia con i viola, tenendo le debite proporzioni, entrambe non abbiamo fato la stagione che avremmo sperato di fare ed entrambe in questa stagione hanno trovato due attaccanti sorprendenti, una magra consolazione, una soddisfazione personale.

Quanto questi due attaccanti possono dire di dipendere dalla squadra?

Il loro percorso è stato simile anche se hanno un’età chiaramente diversa, io credo che il valore di un attaccante dipende tanto dai giocatori con i quali giocano vicino, come squadra non solo come reparto. Dunque se hanno realizzato tutte queste reti è anche merito dei compagni che li hanno messi nelle condizioni giuste.

Diverse defezioni per domani, come stanno i calciatori?

Non vi sarà Luperto e Di Carmine oltre agli squalificati e oltre a Reca, porto due ragazzi della Primavera con noi. Non c’è neanche Cordaz perché ha avuto un piccolo intervento al braccio e non può essere utilizzabile. Giocherà Crespi dall’inizio il giovane terzo portiere. E’ giusto che la società inizi a fare le sue valutazioni.

Mister vuole togliersi qualche sassolino dalla scarpa e poi, quali calciatori potrebbero secondo lei restare in A? E lei dove si vede tra due mesi?

Non ho nulla da togliermi, ne sassolini ne granelli. In poco tempo questa città e questa società mi ha dato molto. Dopo la gara con i viola farà una disamina su quello che è il mio pensiero, parlerò però della mia esperienza. Sui calciatori credo che Simy sarà uno di quelli che potrebbe andar via e giocare ancora in massima serie, magari in campionati esteri. Così come Messias che credo meriti altamente la A, Ounas pure ma non è del Crotone, anche Djidji, Reca. Anche il mio destino, non lo deciderò io.

Come conclude questa esperienza? Come le è sembrata la serie A?

In 14 gare avrei potuto fare sicuramente qualcosa di diverso, ma il ritorno in a è stato bellissimo, credo di poter dire che è stata una categoria bella nella quale posso ancora starci e dire la mia. Era un scelta imprevedibile della società ma alla fine c’è stata e sono contento e grato alla società. Non pensavo che avremmo potuto giocare così alla pari con tutte anche se poi i risultati non ci hanno premiato, ma nessuno può negare che siamo stati comunque all’altezza

Dopo la finale Coppa Italia poteva essere il caso di aprire gli stadi per questa ultima giornata?

Beh questo non lo so ma io posso fare un’analisi su quanto sia mancato il pubblico qui a Crotone perché conoscendo la gente, come si pone, quanto amore ha verso questa squadra, ho capito che davvero qui per il Crotone il pubblico è mancato clamorosamente, ora posso dirlo.

Ha qualche rammarico?

Beh c’è sempre la sensazione di poter fare qualcosa di diverso un po’ di rammarico c’è ma sono in una età in cui riesco meglio a percepire la realtà delle cose, e dunque di rammarico ce n’è davvero poco, nulla di particolare. E’ un’esperienza che mi ha dato tanto. Si gioca per i risultasti è vero, però poi quando bisogna salvare la dignità di una squadra, l’obiettivo non è così semplice da raggiungere eh, forse per assurdo è più facile il risultato, giocare per il risultato.

Related Articles

Leave a Comment