Home Serie BCrotone Mister Cosmi alla vigilia di Crotone-Torino: ” Voglio una squadra feroce, adesso basta con le scuse”

Mister Cosmi alla vigilia di Crotone-Torino: ” Voglio una squadra feroce, adesso basta con le scuse”

                                                                 

Dopo la batosta di Bergamo, il Crotone ospita un Torino incerottato, mister Cosmi in conferenze presenta così la gara:

Salve mister, ha avuto qualche giorno in più per conoscere la squadra, che idea si è fatto i questi giorni, ci sono margini per una reazione?

La prima partita dopo un solo allenamento con dei problemi oggettivi, è poco indicativa soprattutto per le assenze al di là dei lungodegenti, e contro un avversario straordinario. Nonostante ciò abbiamo provato a fare qualcosa e di positivo c’è il fatto che la squadra in una parte del primo tempo ha cercato di mettere in pratica cosa avevo suggerito e consigliato. Poi nella ripresa abbiamo regalato due gol, commettendo errori che hanno fatto crollare il castello. A fine gara ero abbattuto ma bisognava dai 3 allenamenti successivi che mi hanno dato delle idee. Voglio che questa volta la squadra metta in campo altre cose, spetta a loro reagire e andare in campo con l’attenzione giusta.

Pensa che ci siano i margini per lavorare sul carattere e sulla mentalità dei ragazzi?

Sicuramente si, dobbiamo proporre per forza la ferocia giusta, tutte le squadre la hanno anche le prime in classifica, figuriamoci noi. Da qui poi arriva tutto il resto, i calciatori sono professionisti e devono adesso reagire senza piangersi addosso, trovando la forza dentro di se, al di la dell’allenatore. Adesso basta, sta a loro, la squadra deve dar molto di più sotto l’aspetto caratteriale anche come uomini non solo come calciatori. Mi aspetto una gara del genere contro una squadra che è in una situazione particolare

In questi giorni ha valutato meglio la rosa?

E’ una squadra che per valori non merita questa situazione, ma potrebbe giocarsi la salvezza, conosco bene la società da tanti anni sanno cosa ci vuole per fare i campionati giusti, poi però si innescano altre cose durante una stagione, ma ora i calciatori scelti devono ripagare la fiducia perché credo sia una rosa valida. Poi alcuni calciatori mi hanno confermato che sono forti anche per questa categoria, altri invece non riesco a capire perché non si esprimano bene

Le indisponibilità?

Benali rientra lunedì, Cigarini no, Vulic è convocato così come Di Carmine, Molina e Ounas che hanno recuperato.

Si affrotna un Torino in emergenza con molti indisponibili, cosa la preoccupa di più: i granata oppure i suoi giocatori senza la tensione giusta?

Entrambe le cose, ma più la mia squadra, che non riesca a reagire a questo momento. Il valore del Toro è indiscutibile, non ha vissuto 10 giorni normali ma l’organico resta più che valido, compagine difficile da affrontare.

Con l’Atalanta abbiamo visto anche Marrone a centrocampo, era un esperimento?

A Bergamo avevo una squadra che aveva solo mediani, non avevo a disposizione mezzali, Eduardo Zanellato e Petriccione erano 3 mediani. Non credo che un solo calciatore possa determinare più compattezza però può starci Marrone a centrocampo è un discorso di come difendere in quella zona del campo

Ha delle gerarchie in attacco?

In attacco non ho gerarchie, ma il potenziale offensivo che ho a disposizione è di grande valore, credo che tutti possano giocare insieme ma dipende poi dal sistema di gioco. Messias ed Ounas possono giocare insiemecosì come Di Carmine e Simy

Torna Nicola a Crotone..

Beh si fece una cosa spettacolare qui, nessuno credeva più in quella salvezza, può essere un esempio per noi, la tenacia premiò quella squadra. Non so se è un difensivista, tanti allenatori vengono etichettati cosi ma poi…è un allenatore equilibrato che mette in campo bene la squadra, non credo che il Torino verrà qui a mettere il pullman davanti all’area di rigore

Related Articles

Leave a Comment