Home Serie BReggina Serie C: la Reggina sfiora il colpaccio, un rigore nel recupero rovina la festa

Serie C: la Reggina sfiora il colpaccio, un rigore nel recupero rovina la festa

by Redazione Sport Team Calabria

 

La Reggina sulle ali dell’entusiasmo, dopo cinque vittorie nelle ultime sei gare, ospita al Granillo il Trapani secondo in classifica, ed in gran forma dopo tre vittorie nelle ultime tre gare (l’ultima delle quali contro il Catanzaro in rimonta).

Cevoli conferma il 3-4-3 delle ultime tre uscite vittoriose col tridente offensivo formato da Tulissi, Viola e Sandomenico, e con Franchini che parte dal 1° minuto sulla fascia sinistra. Trapani che si schiera col suo 4-3-3 classico con Evacuo riferimento centrale in attacco ed il temibilissimo Taugordeau in cabina di regia.
Partono forte gli ospiti che già dopo tre minuti costruiscono un’occasione molto pericolosa con Evacuo che serve Tulli sulla sinistra il quale mette in mezzo e solo un grande intervento di Solini evita la rete a freddo. Reagisce subito la Reggina che qualche minuto dopo trova la rete del vantaggio: corner di Sandomenico ribattuto, pallone che torna tra i piedi dell’attaccante esterno che rimette in mezzo, stacco imperioso di Redolfi che batte Dini e fa esplodere di gioia il Granillo.
Segue una fase combattuta ed equilibrata con i siciliani che provano a cercare con insistenza il pareggio, ma con i padroni di casa che imprimono un gran ritmo al match e ribattono colpo su colpo. Prima dell’intervallo è Nzola a rendersi due volte pericoloso ma in entrambe le occasioni Confente è bravo a farsi trovare pronto e a parare. Si va così negli spogliatoi con la Reggina in vantaggio dopo un’ottima prima frazione.

Nella ripresa gli ospiti partono a razzo e creare diversi pericoli alla porta di Confente. Al 50° ci prova Tulli sugli sviluppi di un angolo col pallone che esce a lato di poco. Poi è Taugordeau a tentare alcune conclusioni delle sue da fuori, di cui una, su punizione, mette i brividi ai tifosi reggini colpendo l’esterno della rete e dando l’impressione del gol.  Il tema del secondo tempo è chiaro, Trapani all’attacco e Reggina che con i denti prova a difendere il vantaggio. Solita girandola di cambi sia da una parte che dall’altra che non spostano di molto gli equilibri della gara con i siciliani che stringono d’assedio l’area dei calabresi.
Sempre Tulli il più pericoloso: al 78° ancora Confente deve superarsi per respingere in corner una conclusione velenosa dell’esterno offensivo. La Reggina non molla, mette in campo una grinta ed una concentrazione notevoli, Sandomenico cerca di alleggerire la pressione avversaria provando diverse sortite offensive, senza però alcun effetto.
E proprio quando i tre punti stavano per concretizzarsi arriva la doccia fredda: al 91°, infatti, il Trapani giunge al pareggio con Corapi che realizza con freddezza un calcio di rigore, forse l’unico modo per battere Confente quest’oggi.

Arriva dunque un pareggio per la squadra di Cevoli che lascia un po’ di amaro in bocca per essersi concretizzato nel recupero, ma che può sicuramente andar bene alla Reggina che al cospetto di una delle squadre top della categoria, tra l’altro in grande forma, se la gioca alla pari ed esce tra gli applausi dei proprio tifosi. Classifica quindi che, come per la Vibonese, sorride agli amaranto che si portano così a 27 punti confermandosi in piena zona play-off.

 

TABELLINO

Reggina – Trapani 1-1 (7° Redolfi, 91° rig. Corapi)

REGGINA(3-4-3): Confente; Conson, Solini, Redolfi; Kirwan, Zibert(80° Petermann), Salandria, Franchini; Tulissi(89° Tassi), Viola(58° Marino), Sandomenico(88° Ungaro)  All. Cevoli

TRAPANI(4-3-3): Dini; Aloi(72° Toscano), Pagliarulo, Mulè(46° Scognamillo), Garufo(72° Da Silva); Costa, Taugordeau, Corapi; Nzola, Evacuo, Tulli  All. Italiano

Ammoniti: Zibert (Reg), Petermann (Reg), Garufo (Tra), Nzola (Tra)

Related Articles

Leave a Comment