Home Serie CCatanzaro Serie C, recupero 5^ giornata: Infantino decide il derby, Reggina battuta 1-0

Serie C, recupero 5^ giornata: Infantino decide il derby, Reggina battuta 1-0

by Redazione Sport Team Calabria

Catanzaro-Reggina non è mai una partita come le altre. Nonostante il momento storico non esaltante per entrambe, specie visto il passato glorioso delle due compagini, rimane comunque una sfida molto sentita da entrambe le tifoserie.
Per l’occasione Auteri conferma modulo e uomini delle ultime vittoriose uscite, con il rientro di Favalli sulla corsia di sinistra e con l’unica vera novità costituita da D’Ursi preferito a Fischnaller dal primo minuto.
Cevoli risponde con un 4-4-2 sulla carta molto offensivo con le fasce presidiate da Tulissi e Sandomenico e la coppia di attaccanti composta da Ungaro ed Emmausso.

La gara inizia subito con ritmi altissimi. I due schieramenti sono entrambi votati all’attacco, nel Catanzaro inizialmente Kanoute occupa la posizione centrale nel tridente con Ciccone a destra. Le due squadre lasciano parecchi spazi nelle proprie retrovie e nel primo quarto d’ora si assiste ad azioni pericolose da una parte e dall’altra.
Al 3° minuto Kanoute intercetta un rinvio di Confente e si invola verso la porta ma sbaglia l’ultimo tocco allungandosi troppo il pallone e sprecando un’ottima chance. Risponde un minuto dopo Emmausso con un tiro debole parato facilmente da Furlan. Al 12° ancora Reggina pericolosa: dopo una bella azione sulla destra Tulissi crossa per Sandomenico liberissimo in area ma sbaglia la misura del passaggio di poco. Subito dopo è ancora Emmausso a provarci da fuori ma con identico risultato del tentativo precedente con Furlan che blocca agevolmente.
Dal 20° in poi i giallorossi salgono in cattedra ed iniziano a collezionare occasioni una dopo l’altra. Il primo ad andare vicinissimo al gol del vantaggio per i padroni di casa è Celiento che scambia in velocità con Kanoute (nel frattempo tornato a destra) e tira un bel diagonale rasoterra deviato da Confente in angolo. Sugli sviluppi dell’angolo Riggio appoggia fuori per D’Ursi che tira bene ma non centra la porta di poco. Passano altri 4 minuti e a provarci è Maita con un tiro da fuori di poco a lato. La pressione della squadra di Auteri cresce col passare dei minuti, la Reggina di contro non riesce più a ripartire con la stessa pericolosità della prima parte del primo tempo. Dopo la mezz’ora è ancora Kanoute ad avere un’ottima occasione potenziale dopo un lob al bacio di Ciccone, ma il senegalese non arriva di poco sul pallone. Al 34° vero e proprio miracolo di Confente ai danni di Ciccone che, servito da Statella, e da ottima posizione, scarica un gran sinistro parato alla grande dal giovane portiere reggino.
Al 36° la Reggina si fa vedere nuovamente dalle parti di Furlan con un’azione pericolosa condotta da Emmausso il quale punta centralmente l’area di rigore e serve un bel pallone a Tulissi il quale, di destro (non il suo piede preferito), tira alto da posizione vantaggiosa. Prima dell’intervallo c’è ancora tempo per un altro miracolo di Confente che para un bel tiro di Favalli al volo, servito anche lui da Statella.
Termina quindi 0-0 il primo tempo, ma solo grazie alle grandi parate di Confente e ad un po’ di imprecisione da parte degli avanti giallorossi. Per gli amaranto invece buona prima parte di frazione, ma assetto da registrare all’intervallo, viste le numerose occasioni concesse agli avversari.

Cevoli infatti cambia qualcosa ed inserisce Franchini al posto di Sandomenico. Non cambia invece il tema della gara col Catanzaro subito proiettato in avanti e con Iuliano che al 47° colpisce la traversa con un tiro deviato che aveva beffato il portiere. Nel frattempo Kanoute si sposta a sinistra con Ciccone a destra e D’Ursi centrale. Al 56° altra occasione clamorosa per Favalli che, servito da Iuliano in profondità, si invola verso la porta e da posizione laterale, invece di servire Kanoute o Ciccone solissimi in area decide di calciare lui stesso ma spara alto sopra la traversa.
Allo scoccare dell’ora di gioco solita girandola di cambi per Auteri che passa al 4-2-3-1 con Giannone dietro Infantino (entrambi neo-entrati) e difesa a 4 con Celiento e Nicoletti terzini. Cevoli invece inserisce Zivkov per Ungaro, con l’esterno austriaco che va a sinistra, e la squadra che si sistema con una sorta di 4-5-1 con Emmausso unico riferimento centrale e Franchini mezzala.
Al 61° Reggina pericolosa con Solini sugli sviluppi di un angolo ma il suo tiro è alto sopra la traversa. Ormai si gioca ad una sola porta e il Catanzaro porta tantissimi uomini in attacco, cercando in ogni modo di trovare il varco giusto, con gli ospiti che chiudono ogni spazio e provano a ripartire, non riuscendoci però in modo incisivo. Al 77° ottima iniziativa di Nicoletti che ruba palla a Kirwan e mette un cross forte e teso in mezzo per Infantino che però è anticipato all’ultimo da un difensore avversario. E proprio quando la prospettiva dello 0-0 si stava facendo sempre più consistente, arriva il gol che sblocca la gara a favore del Catanzaro: è il minuto 83, cross dalla destra di Celiento e Infantino in area svetta da vero bomber e insacca a fil di palo dove Confente questa volta non può arrivare. Esplode il Ceravolo per celebrare un gol molto significativo: al Catanzaro era infatti mancato fino ad ora proprio il gol del centravanti “classico” che potesse sbloccare partite stregate come quella odierna contro difese chiuse a proteggere la porta con tanti uomini.
Nei minuti finali dentro Tassi e Viola con la Reggina che tenta il tutto per tutto per provare a riprendere il match, ma è il Catanzaro a sfiorare in un paio di occasioni il raddoppio, e a portare a casa i tre punti, dopo 3 minuti di recupero.

Vittoria fondamentale per i giallorossi di Auteri che centrano il quarto successo consecutivo e volano a 23 punti in classifica. Vittoria ancora più importante perchè arrivata in un derby e dopo un assedio di 70 minuti che sembrava non volesse portare i frutti sperati. Gli amaranto hanno tentato, come a Catania, di resistere fino alla fine, riuscendo tra l’altro a rendersi pericolosi in diverse occasioni specie nel primo tempo, ma hanno dovuto cedere alla maggiore qualità dei padroni di casa che alla fine hanno senza dubbio meritato il successo.

 

TABELLINO

Catanzaro-Reggina 1-0 (83° Infantino)

CATANZARO(3-4-3): Furlan; Celiento, Figliomeni, Riggio; Statella(59° Giannone), Maita(67° De Risio), Iuliano, Favalli(59° Nicoletti); Kanoute, Ciccone(67° Fischnaller), D’Ursi(59° Infantino)  ALL: Auteri

REGGINA(4-4-2): Confente; Kirwan, Conson, Solini, Mastrippolito; Tulissi(85° Tassi), Marino(85° Viola), Zibert, Sandomenico(46° Franchini); Ungaro(58° Zivkov), Emmausso(75° Bonetto)  ALL: Cevoli

Ammoniti: Mastrippolito (Reg), Maita (Cat), Nicoletti (Cat), Kirwan(reg)

 

Related Articles

Leave a Comment