Home Rende Serie C, Rende troppo brutto per essere vero: a Matera finisce 3-1

Serie C, Rende troppo brutto per essere vero: a Matera finisce 3-1

by Redazione Sport Team Calabria

 

Un vero e proprio testa-cosa quello che va in scena al “XXI Settembre – Franco Salerno” di Matera tra i padroni di casa biancazzurri ed il Rende. Matera che, causa la penalizzazione di 8 punti, deve provare a vincere per lasciare l’ultimo posto in classifica mentre i ragazzi di Modesto cercano di rilanciarsi dopo la piccola flessione degli ultimi due match.

La partita inizia subito a ritmi molto alti. Il Matera prova a fare la gara e parte all’attacco: dopo due minuti è il numero 9 Corado a provarci al volo da dentro l’area su cross dalla destra ma non inquadra la porta. Al 7° è il turno di Ricci che ha una buona occasione sempre da dentro l’area ma calcia debolmente e Savelloni para senza troppi problemi.
Il Rende soffre questo inizio aggressivo dei padroni di casa e si affaccia per prima volta dalle parti di Farroni con Awua che sugli sviluppi di una punizione laterale respinta dalla difesa tenta il tiro da fuori che però non impensierisce l’estremo difensore materano.
A questo punto la gara si innervosisce, la posta in palio per il Matera è altissima ed anche i giocatori del Rende non lesinano entrate dure. Per quanto riguarda il gioco si segnalano diversi errori di precisioni da una parte e dall’altra.
A metà del primo tempo Matera che si rende pericolosissimo in diverse occasioni. La posizione di Dammacco che, partendo da mezzala, si inserisce spesso centralmente andando a fare quasi da seconda punta e dà molto fastidio alla fase difensiva biancorossa. Al 23° il centrocampista numero 16 biancazzurro serve una bella palla per un inserimento centrale di Grieco il quale si presenta solo davanti a Savelloni, colpisce a botta sicura ma tira centralmente con Savelloni che si ritrova il pallone addosso. Due minuti dopo altra occasione clamorosa per il Matera, questa volta proprio tra i piedi di Dammacco che, anche lui come Grieco, si inserisce centralmente e si presenta solo davanti a Savelloni che stavolta fa un vero e proprio miracolo deviando il tiro a colpo sicuro del centrocampista avversario in angolo.
Nel mentre la squadra di Modesto fa un po’ fatica a creare pericoli. Azioni offensivi che si sviluppano principalmente sulla destra con Viteritti che fa l’ala vera e proprio mentre dall’altra parte Calvanese scala spesso da terzino, con Germinio che si allarga a destra a formare, specie in fase difensiva, un 4-4-2 molto offensivo, con Vivacqua alto a sinistra e Laaribi vicino a Rossini che prende spesso in marcatura il regista materano Grieco.
L’occasione potenzialmente più pericolosa per gli ospiti è al 27° quando Viteritti servito alla perfezione da Awua sbaglia un controllo che lo avrebbe proiettato davanti a Farroni, favorendo la chiusura della difesa.
Ultimo quarto d’ora senza occasioni né da una parte né dall’altra e, proprio quando sembrava si stesse andando all’intervallo sullo 0-0 il Matera, al minuto 45, passa in vantaggio: lancio lungo per Triarico, Calvanese è in copertura e tenta il retropassaggio di testa per Savelloni ma sbaglia il tocco e serve proprio Triarico il quale da posizione defilata non fallisce e sigla l’1-0 per i suoi.

Si riparte con gli stessi ventidue con il Rende che prova a reagire al gol subito in chiusura di primo tempo ed al 4° c’è un’ottima occasione per Viteritti che taglia come al solito su cross dalla sinistra di Rossini ma impatta male il pallone e manda alto sulla traversa. Passano solo due minuti e il Matera raddoppia: contropiede sulla destra condotto da Ricci che serve Triarico, il cross dell’esterno ex Crotone è lungo ma il pallone viene rimesso in mezzo per lo smarcato Risaliti, che aveva seguito l’azione, e che insacca per il gol del 2-0.
Modesto prova a cambiare le cose effettuando tre cambi nello stesso momento: dentro Blaze, Cipolla e Achik, fuori Calvanese, Franco e Laaribi. Le cose però non cambiano ed al minuto 61 per i biancorossi è notte fonda: altro contropiede, grande lavoro di Scaringella sulla sinistra, palla per l’accorrente Ricci che non sbaglia e trafigge Savelloni per la terza volta.
Dopo la terza rete la partita dà l’impressione di non dover dire più molto altro, Modesto ne approfitta per far riposare alcuni titolari e inserisce anche i giovanissimi Di Giorno e Crusco per Awua e Rossini; il Matera dal canto suo con la vittoria in pugno pensa a gestire il resto della gara riuscendo a non correre praticamente alcun pericolo rilevante quando il cronometro segna il minuto 80.
Nei minuti successivi un’occasione per il quarto gol per il Matera, ed al minuto 87 invece accorcia la distanze la formazione ospite con la punizione di Vivacqua deviata dalla barriera che beffa Farroni. Il gol dà un po’ di morale alla squadra calabrese che tenta il forcing finale ma inutilmente: il Matera vince 3-1 e sale a 6 punti, per il Rende invece brutta sconfitta dalla quale i ragazzi di Modesto potranno e dovranno trarre importanti insegnamenti.

 

TABELLINO

Matera-Rende 3-1 (45° Triarico, 51° Risaliti, 60° Ricci, 87° Vivacqua)

MATERA(4-3-3): Farroni; Risaliti, Corso(78° Milizia), Auriletto, Sepe; Ricci(70° Sgambati), Grieco, Dammacco(57° Bangu); Triarico, Corado, Scaringella(78° Orefice)  ALL: Imbimbo

RENDE(3-4-3): Savelloni; Germinio, Minelli, Sabato; Viteritti, Awua(70° Di Giorno), Franco(58° Cipolla), Calvanese(58° Blaze); Laaribi(58° Achik), Vivacqua, Rossini(78° Crusco)  ALL: Modesto

Ammoniti: Ricci (Mat), Laaribi (Ren), Grieco (Mat), Franco (Ren), Corso (Mat)

 

Related Articles

Leave a Comment