Home Serie CCatanzaro [STC NEXT MATCH] – SERIE C – 5^ Giornata

[STC NEXT MATCH] – SERIE C – 5^ Giornata

by Redazione Sport Team Calabria

 

La quinta giornata presenta degli avversari molto temibili per le squadre calabresi che saranno impegnate tutte di Sabato, a cui si va ad aggiungere il derby Catanzaro-Reggina delle ore 16:30 che si disputerà allo stadio “Nicola Ceravolo”. La Vibonese andrà a fare visita al Catania (calcio d’inizio 18:30), vera e propria “corazzata” del campionato che per i noti problemi legati al format della Serie B ha esordito solamente sabato scorso nella vittoria per 2-1 in trasferta contro il Rende. Proprio i biancorossi invece se la vedranno alle 20:30 al “Menti” di Castellammare di Stabia contro la Juve Stabia, un avversario che insieme al Trapani non ha conosciuto altro risultato che la vittoria in questa primissima parte della stagione.

CATANIA – Vibonese

Il Catania è una squadra costruita per far bene anche in Serie B nonostante, al momento, non si sia concretizzato nessun atto di ripescaggio. Per questo continuo e logorante rinvio di giudizio sul format del campionato cadetto, i rossoazzurri sono scesi in campo per la prima volta al “Lorenzon” di Rende appena qualche giorno fa. La squadra di Sottil si è dimostrata un collettivo ricco di qualità e di individualità, ha saputo sfruttare gli errori della retroguardia rendese, ha saputo soffrire anche con un pizzico di fortuna agli attacchi del Rende che poteva portarsi in vantaggio già nel primo tempo e ha “morso” fatalmente come un cobra negli ultimi minuti di gioco. Di certo quello che manca alla formazione siciliana ora è quel ritmo partita in grado di poter imbastire il proprio gioco per un lasso di tempo maggiore durante la gara. Il modulo è un 4-2-3-1 in cui Aya domina la difesa, viene lasciato libertà di movimento ad un giocatore di qualità superiore (ma con una carta di identità che comincia a pesare) come Lodi e Curiale terminale offensivo. La Vibonese è chiamata a fare una grande partita per poter uscire indenne dal “Massimino”, sarà importante per gli uomini di Orlandi generare molta densità in mezzo al campo per poter togliere spazi a giocatori veloci come Manneh e tempi di gioco allo stesso Lodi metronomo del centrocampo catanese. Occhio alle palle inattive: a Rende il gol decisivo di Silvestri è arrivato proprio da un calcio d’angolo.

JUVE STABIA – Rende

Le vespe possono vantare, proprio come il Rende fino a settimana scorsa, tre vittorie in tre gare (nella seconda gara avrebbe dovuto giocare contro la Viterbese, poi rinviata) soprattutto convincendo in ogni match che hanno disputato con uno score di tutto rispetto (10 gol fatti, 1 subito). I campani allenati da Fabio Caserta hanno una rosa di ottima qualità ed uno spiccato senso nell’essere offensivi: il suo 4-3-3 prevede rapide verticalizzazioni sugli esterni per poter imbeccare i vari Canotto ( 3 gol fin ad ora per lui) , Di Roberto (ex Crotone) e Melara per poi arrivare facilmente alla finalizzazione con la prima punta Paponi o con l’inserimento della mezz’ala Carlini.; in difesa profili come Troest e Marzorati assicurano affidabilità al reparto specialmente sulle palle alte ma difettano un po’ in velocità. Una delle sorprese della Juve Stabia è sicuramente il rendimento di El Ouazni, autore di 2 gol con solo 25 minuti giocati: l’italo-marocchino infatti è sempre subentrato dalla panchina in tutte le gare fino ad ora disputate. Mister Modesto dovrà essere bravo soprattutto a cancellare nella testa dei suoi giocatori il rimpianto di non aver fatto punti contro il Catania nonostante un’ottima prestazione, la partita contro i gialloneri infatti non dovrà ammettere cali di tensione o di concentrazione se i biancorossi vorranno tornare a Rende con un risultato positivo.

 

Related Articles

Leave a Comment