Home Serie BCrotone Un gol per tempo basta al Crotone per piegare il Verona: allo “Scida” termina 2-1

Un gol per tempo basta al Crotone per piegare il Verona: allo “Scida” termina 2-1

by Redazione Sport Team Calabria

                                                                         

Terzultima giornata del campionato di Serie A che Crotone e Verona stanno portando al termine senza più nulla da chiedere. Già salvo da qualche giornata il club scaligero, retrocesso da altrettante ma alla caccia almeno del penultimo posto, quello calabrese. Cosmi e Juric in vista dei 3 match in una settimana, applicano un leggero turn-over schierandosi quasi con lo stesso modulo. Pronti via il Crotone passa in vantaggio: lancio di Magallan per Simy che sfrutta uno scivolone di Dawidowicz e si invola verso l’area di rigore, col piattone serve Ounas che di sinistro batte Pandur, 1-0. E’ una partita nella quale mancano le vere motivazioni, ma i 22 in campo non si risparmiano e dopo lo svantaggio è il Verona a fare la gara. Al 17‘ però sono di nuovo pericolosi i pitagorici, sempre con Ounas che si invola verso l’area di rigore e calcia di sinistro potente, Pandur respinge. Col passare dei minuti però la pressione degli ospiti aumenta ed al 26‘ gli stessi, gridano al rigore quando un cross dalla corsia di sinistra, Zaccagni viene strattonato da Magallan ma per l’arbitro ed il VAR non c’è nulla. Due minuti dopo, al 28‘, si rivedono gli squali in avanti: dopo una bella azione Cigarini calcia dal limite sfiorando l’incrocio dei pali. Al 30‘ invece la migliore occasione del Verona: cross a rientrare dalla sinistra e colpo di testa a botta sicura di Barak che però non aveva fatto i conti con un super Cordaz il quale di riflesso compie davvero un grande intervento. E’ l’ultima emozione della prima frazione che si chiude con il Crotone in vantaggio. Pertanto mister Juric prova a dare nuova linfa con i cambi, due all’intervallo ed uno al 51′ quando entra Dimarco. Il neo-entrato è subito pericoloso al 54‘ quando mette dentro un cross pericoloso sul quale arriva Salcedo di testa, ma non trova lo specchio. Ancora sulla corsia di sinistra, e sull’asse Zaccagni-Dimarco arriva un’altra occasione al 57‘ ma la conclusione dell’ex Inter non è precisa. Si arriva al 70’ senza particolare sussulti, Juric non vuole perderla ed inserisce Colley e Lasagna per Ruegg e Zaccagni sbilanciando ancor di più la squadra. Il sussulto successivo lo danno i pitagorici al 75‘: Ounas lanciato in profondità, sulla corsia di sinistra, controlla e serve un assist basso per Messias, che appostato in piena area di rigore di sinistro batte Pandur, raddoppio. Il Verona continua a provarci e trova la rete che accorcia le distanze al 87‘: calcio d’angolo sul secondo palo che trova una sfortunata deviazione di Molina, autogol e gara riaperta. Nei 6 minuti restanti, 3 regolamentari più 3 di recupero, i risultato non cambia ed il Crotone ottiene la sua sesta vittoria del campionato che gli permette di superare il Parma e piazzarsi al penultimo posto per almeno 3 giorni.

TABELLINO

Crotone-Hellas Verona 2-1 (2′ Ounas, 75′ Messias, 87′ Aut. Molina)

CROTONE(3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Djidji; P.Pereira(dal 72′ Cuomo), Messias, Cigarini(dal 76′ Zanellato), Benali, Molina; Ounas(dal 91′ Petriccione), Simy. ALL. Cosmi

HELLAS VERONA(3-4-2-1): Pandur; Ceccherini(dal 51′ Dimarco), Gunter, Dawidowicz(dal 46′ Faraoni); Ruegg(dal 70′ Lasagna), Tameze(dal 46′ Salcedo), Ilic, Lazovic; Barak, Zaccagni(dal 70′ Colley); Kalinic. ALL. Juric

Arbitro: Massimi di Termoli

Ammoniti: Magallan, Marrone, Tameze, P.Pereira

Related Articles

Leave a Comment