Home Catanzaro Il Cosenza non muore mai: 1-1 nel pazzo match contro il Lecce al Marulla

Il Cosenza non muore mai: 1-1 nel pazzo match contro il Lecce al Marulla

by Redazione Sport Team Calabria

                                 

Quinto pareggio in 5 gare per il Cosenza che tiene testa al Lecce retrocesso dalla serie A in una gara ricca di colpi di scena ed occasioni da gol.

I padroni di casa partono forte creando nei primissimi minuti un grande pericolo in area salentina: all’8′ una combinazione tra Carretta e Baez porta il numero 10 di casa a tu per tu con Gabriel che è molto bravo a sventare la minaccia dell’attaccante di Occhiuzzi. Gli ospiti perdono per infortunio l’ex Kastriot Dermaku al 10′ ma trovano altrettanto rapidamente il vantaggio con Coda che al 12′ sfrutta un’indecisione difensiva della retroguardia bruzia nonostante la posizione del numero 9 giallorosso appaia in fuorigioco all’inizio dell’azione. Il Cosenza non rimane tramortito dal gol del Lecce e si rituffa subito nella trequarti avversaria: al 15′ è ancora Gabriel a salvare il risultato su un tiro ravvicinato di Sciaudone. Tra il 23′ e il 25′ il Lecce però getta clamorosamente alle ortiche l’opportunità di ipotecare il match in due occasioni incredibili: la prima capita sui piedi di Coda che spreca un calcio di rigore (concesso per un fallo su Paganini) tirato centralmente con Falcone bravo a rimanere fermo sul posto ed aprire la gamba sinistra per respingere il penalty; la seconda è ancora peggio da comprendere e da digerire per i tifosi pugliesi con Stepinski che al centro dell’area di rigore a meno di 10 metri da Falcone, indisturbato e avendo a disposizione tutto lo specchio della porta libero, manda irrazionalmente la palla fuori. Al 29′ anche Vera dà forfait per infortunio lasciando spazio a Corsi con Bittante nuovamente ricollocato sull’out di sinistra. A fine primo tempo si surriscaldano gli animi sulla panchina del Lecce, ne fanno le spese Corini e Ceppitelli espulsi dall’arbitro Aureliano per continue proteste.

Nella ripresa Coda al 54′ va vicino al raddoppio con una conclusione che finisce alta di poco sulla traversa, poi si scatena il Cosenza. Al 56′ pareggio dei lupi con un tap in cinico di Gliozzi (anche qui in posizione sospetta di fuorigioco) abile a spedire in porta una respinta corta di Gabriel dopo un tiro di Bittante dalla sinistra. Due minuti dopo si scatena Carretta che mette in mezzo un traversone velenoso che mette i brividi lungo tutta la schiena della difesa leccese. Il Cosenza spinge e il baricentro degli ospiti si abbassa notevolmente. Ci prova anche Kone al 65′ a ribaltare il match ma Gabriel risponde presente. Falcone compie l’ennesimo miracolo al 68′ s7 una doppia conclusione di Henderson e Coda mentre all’81’ è Baez a mangiarsi le mani per un’occasione buttata al vento non approfittando fino in fondo di una dormita di Calderoni. All’86’ ancora protagonisti i portieri con Gabriel che devia un bolide di Petrucci dai 25 metri per un pazzo match che finisce in parità.

TABELLINO

Cosenza-Lecce  1-1 (12′ Coda, 56′ Gliozzi)

COSENZA (3-4-1-2): Falcone; Ingrosso, Idda, Legittimo; Bittante, Sciaudone (64′ Bruccini), Kone (77′ Petrucci), Vera (29′ Corsi); Baez; Carretta (64′ Bahlouli), Gliozzi (77′ Sueva). ALL. Occhiuzzi

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Adjapong, Lucioni, Dermaku (10′ Meccariello), Calderoni; Majer (60′ Mancosu), Tachtsidis, Henderson; Paganini; Stepinski, Coda. ALL. Corini

Arbitro: Aureliano di Bologna

Ammoniti: Kone, Bittante, Bruccini

Espulsi: Corini e Rossettini (dalla panchina)

Foto Cosenza Calcio

Related Articles

Leave a Comment