Home Serie BCrotone Crotone, finale di gara amaro: un autogol e Donnarumma decidono la gara del Rigamonti

Crotone, finale di gara amaro: un autogol e Donnarumma decidono la gara del Rigamonti

by Redazione Sport Team Calabria

Continua l’annata storta del Crotone che a Brescia, resiste fino al minuto 80, ma viene poi punito da un autogol.

Dimenticato il passo falso di lunedì scorso, il Crotone sale in Lombardia per affrontare il Brescia capolista e rivelazione della stagione. Mister Stroppa – alla ricerca di punti preziosi – per l’occasione, come preannunciato, applica un ampio turn-over, lasciando in panchina Simy, Barberis, Vaisanen e Milic, e rinunciando (almeno in partenza) al suo 3-5-2). Chance dal primo minuto per Gomelt, Marchizza e Mraz. Turn-over obbligato, invece, per Eugenio Corini che deve rinunciare a Torregrossa squalificato, Donnarumma (solo in panchina) e Martella infortunati. Il tridente bresciano rimane comunque di grande valore e soprattutto non da alcun punti di riferimento, visto che Morosini, Tremolada e Spalek, sono tre giocatori intercambiabili e di fatto nessuno dei tre è una punta di ruolo.

Dunque squadre schierate a specchio in questo inizio di gara. È il Brescia, chiaramente, ad avere il pallino del gioco nei minuti iniziali, anche se gli ospiti appaiono ben messi in campo e non concedono spazi. Pertanto almeno fino al 10′ le squadre si studiano. Ed in effetti è una gara alquanto bloccata quella di scena si Rigamonti, gli squali si difendono con ordine, facendo intensità in mezzo al campo, anche se non riescono a ripartite per i troppi errori in uscita.

Al 22′ primo squillo dei padroni di casa che sfondando sulla fascia destra con Sabelli che arriva sul fondo e riesce anche a crossare senza però trovare maglie amiche con la sfera che attraversa tutta l’area di rigore e si spegne a lato.

La prima frazione scorre via su questa impronta tattica e senza nessuna reale emozione, di fatto da segnalare ci sono solo le ammonizoni di tre difensori su quattro bresciani, due delle quali procurato dallo svedese Rohden, il più in palla tra i suoi.

Pertanto si va a riposo a reti inviolate e col Crotone che dovrà continuare a difendere in maniera ordinata e magari provando a puntare un contro uno i difensori della leonessa.

È un Brescia diverso quello che entra in campo nella ripresa ed al 47′ costruisce già la prima occasione: Spalek porta palla fino al limite dell’area e serve Morosini che controlla e calcia di sinistro trovando però solo l’esterno della rete. Atteggiamento molto più aggressivo e propositivo quello dei padroni di casa che faranno di tutto per sbloccare la gara.

Anche al 51′ sono gli squali a rendersi pericolosi da calcio piazzato, grazie a Gomelt che scodella per la testa di Pettinari ma la sfera termina di poco a lato.

La gara e molto più gradevole e le occasioni iniziano a fioccare: al 53′ ed un minuto dopo doppia occasione sui piedi di Morosini ma in entrambi i casi le conclusioni del trequartista sono sbilenche. Una delle due era quasi un rigore in movimento. Crotone fortunato in questa circostanza ma che soffre nel frangente di gara.

Altro break degli squali al 60′: si distendon sulla destra, apertura di Gomelt per Sampirisi che effettua il cross quale arriva Pettinari che però non riesce a dare forza alla sfera. Un minuto dopo è Cordaz a tenere a galla i suoi: ancora Morosini servito ottimamente da Spalek controlla e calcia a colpo sicuro ma l’estremo difensore pitagorico con un balzo di reni vola sulla sua destra e compie un grande intervento.

Per allenatore la pressione Stroppa si affida alla panchina: dentro Barberis e Machach rispettivamente per Gomelt e Mraz . Contromossa Corini che inserisce il capocannoniere del campionato Alfredo Donnarumma al posto di Tremolada.

L’entrata del franco-marocchino, per il Crotone, imprime velocità alle ripartenze ed è proprio su una di queste che gli squali costruiscano un’ottima azione non finalizzata a dovere da Pettinari che viene anticipato sul più bello da Cistana. Al 72′ altra ripartenza rapida cross di Marchizza per Barberis che arriva all’appuntamento con la sfera ma calcia male da buona posizione.

Dopo tanta pressione, a dire il vero non molto pericolosa, il Brescia passa: fallo di Machach su Tonali vicino al vertice destro dell’area di rigore, lo stesso Tonali calcia a giro sul secondo palo Cordaz respinge ma non trattiene e dopo una mischia Molina deposita involontariamente nella propria rete. Crotone sfortunato. Inoltre, dopo la rete, per proteste,  rosso diretto per Machach che lascia i suoi anche in 10.

Finale di gara amaro, dunque, per il Crotone che fino a quel momento stava gestendo bene la gli attacchi avversari, ma che dopo la rete bresciana non ha più la forza per reagire e cercare il pari, arrendendosi così all’ennesima sconfitta. Nel recupero c’è infatti tempo per il raddoppio del Brescia firmato Donnarumma che raccoglie l’assist di Dall’Oglio e batte Cordaz con un destro secco.

Il Crotone torna a casa ancora senza punti, con una giornata in meno da giocare e con una classifica più che deficitaria e martedì allo Scida arriverà la seconda della classe: il Palermo.

Tabellino:

Brescia – Crotone 2-0 (Aut.Molina 80′, Donnarumma 93′)

BRESCIA(4-3-2-1): Alfonso; Sabelli, Cistana , Romagnoli, Semprini; Bisoli, Tonali, Ndoj (dal 90′ Gastaldello); Spalek; Tremolada (dal 69′ Donnarumma), Morosini (dal 85′ Dall’Oglio) ALL: Corini

CROTONE(4-3-1-2): Cordaz; Sampirisi, Golemic, Spolli, Marchizza (dal 82 Milic) ; Molina , Benali, Gomelt (dal 66 Barberis); Rohden; Pettinari, Mraz  (dal 67′ Machach) ALL: Stroppa

Arbitro: Ros di Pordenone

Ammoniti: Cistana, Romagnoli, Semprini, Sabelli, Marchizza, Benali

Espulso: Machach

Related Articles

Leave a Comment