Home Catanzaro Niente bis per il Catanzaro: l’Avellino dell’ex Braglia espugna il “Ceravolo”

Niente bis per il Catanzaro: l’Avellino dell’ex Braglia espugna il “Ceravolo”

                                                                     

Foto: Silipo

 

Dopo la bella vittoria sulla macchina perfetta Ternana, sconfitta per la prima volta in stagione, il Catanzaro ospita l’Avellino in un altro big match del girone C di Serie C. Sulle ali dell’entusiasmo, i giallorossi proveranno a sconfiggere anche gli irpini per avvicinare la terza e seconda piazza. Calabro lascia in panchina Di Massimo, avanzando Carlini nel ruolo di seconda punta e Casoli da trequartista. Al 13′ il primo squillo dei giallorossi che arriva da un calcio di punizione di Corapi  che Curiale cerca di correggere a rete senza però trovare lo specchio. La gara è molto equilibrata, i valori in campo sembrano equivalersi ma al 21′, al primo affondo, passa l’Avellino. Azione avviata da De Francesco che scambia con D’Angelo servendolo in area di rigore, il cross di quest’ultimo viene raccolto dalla parte opposta da Ciancio che rimette in mezzo e trova la deviazione vincente di Bernardotto, 0-1. Nei minuti subito successivi allo svantaggio, le aquile reagiscono d’orgoglio creando al 26′ anche un’occasione sempre da calcio piazzato, questa volta è Scognamillo a spedire alto pur da buona posizione. Col prosieguo della gara – tuttavia – gli irpini chiudono bene tutti gli spazi e, complice l’imprecisione dei centrocampisti di Calabro, i ragazzi di Braglia (oggi in tribuna squalificato) non corrono alcun pericolo. Pertanto, a riposo, l’Avellino è avanti. Al 53′ la prima chance dei giallorossi per pareggiare viene sprecata da Curiale che spara addosso a Pane il quale si salva d’istinto. Subito dopo triplo cambio per Calabro che inserisce Evacuo, Risolo e Jefferson. Anche Braglia decide per delle sostituzioni al 65′ quando cambia la coppia offensiva inserendo Maniero e Santaniello. Momento decisivo di gara nel quale il Catanzaro non riesce a trovare il giusto ritmo anche per un atteggiamento un po’ ostruzionistico degli avversari che chiaramente fanno di tutto per far scorrere rapido il cronometro. Dato che però potrebbe ritorcersi contro ai campani perché al 83′ Miceli si becca il secondo giallo per lo stesso motivo, lasciando i suoi pericolosamente in 10 nel finale. De Simone, secondo di Braglia, corre ai ripari: dentro Dossena, fuori Maniero. Calabro tenta il tutto per tutto inserendo sia Grillo che Molinaro ma il forcing finale non produce clamorose occasioni, ma solo un altro cartellino rosso, questa volta ai danni di Carlini e sempre per doppia ammonizione. Pertanto niente bis per le aquile che non riescono a bissare il successo sulla Ternana e subiscono una brusca frenata nella rincorsa al terzo posto.

TABELLINO

Catanzaro-Avellino 0-1 (21′ Bernardotto)

CATANZARO(3-4-1-2): Di Gennaro; Scognamillo, Fazio, Gatti; Garufo(dal 87′ Molinaro), Verna, Corapi(dal 54′ Risolo), Porcino(dal 55′ Jefferson); Casoli(dal 82′ Grillo); Carlini, Curiale(dal 54′ Evacuo). ALL. Calabro

AVELLINO(3-5-2): Pane; Silvestri, Miceli, Illanes Minucci; Ciancio, Carriero, De Francsco, D’Angelo Sonny(da 75′ Adamo), Tito; Fella(dal 65′ Santaniello), Bernardotto(dal 65′ Maniero, dal 84′ Dossena). ALL. Braglia

Arbitro: Rutella di Enna

Ammoniti: Carlini, Scognamillo, D’Angelo, Miceli, Evacuo, Silvestri, Garufo, Ciancio

Espulsi: Miceli e Carlini per doppia ammonizione

Related Articles

Leave a Comment