Home Catanzaro Il Catanzaro spreca, la Casertana segna: falchetti che sbancano il “Ceravolo” 0-3

Il Catanzaro spreca, la Casertana segna: falchetti che sbancano il “Ceravolo” 0-3

by Redazione Sport Team Calabria

                                             

Turno infrasettimanale per la Serie C e per il Catanzaro che ospita la Casertana dopo la bella vittoria in trasferta sul campo del Foggia. I campani stanno continuando la loro rincora play-off (per ora agganciati) grazie alle 6 vittorie nelle ultime 8 gare, un avversario in salute pertanto. Avversario che si fa subito notare al 3′ quando Cuppone, lanciato in profondità, vede Di Gennaro fuori dai pali e prova a beffarlo con un pallonetto ma lo stesso portiere di casa con un colpo di reni recupera la posizione e mette in corner. La risposta dei giallorossi è affidata a Di Massimo che al 10′ entra in area e calcia a giro, Avella in corner.  Nei primi 15 minuti di fanno preferire gli ospiti ma le occasioni sono per i padroni di casa, al 18′ Curiale non riesce a correggere in rete un cross perfetto di Casoli, poi al 25′ tripla clamorosa occasione con la sfera che balla sulla linea di porta della Casertana senza varcarla con Carlini Di Massimo e Curiale che non riescono a spingerla dentro. Il tutto nasce da una palla recuperata sulla trequarti avversaria. La seconda metà del primo tempo è nettamente di marca giallorossa: la squadra di Calabro alza i ritmi e riesce anche con qualità a proporsi spesso dalle parti di Avella. E’ il caso del minuto 38 quando è Corapi a provarci direttamente da calcio di punizione (una sorta di corner corto) che l’estremo difensore campano respinge con un piede in corner. Il Catanzaro meriterebbe certamente il vantaggio, ma la rete non arriva neanche al 43′ quando – dopo un scambio con Casoli – Carlini entra in area  e mette un cross basso che però viene intercettato provvidenzialmente da Buschiazzo. Pertanto la prima frazione termina sullo 0-0. Stesso e identico copione nella ripresa coi giallorossi che pigiano il piede sull’acceleratore piantandosi nella metà campo avversaria ed avendo al 52′ un’altra occasione nitida: lancio di Martinelli per Casoli che – in posizione di ala destra – cerca il cross per Curiale il quale si coordina al volo chiamando Avella ad un intervento in due tempi. Due minuti dopo, l’allenatore della Casertana Guidi – in tribuna per squalifica – capisce il momento dei suoi e opta per un triplo cambio per tamponare le discese catanzaresi. Ma il calcio è strano si sa e nel miglior momento delle aquile, a passare in vantaggio sono i campani: contropiede rapido innescato da Izzillo e Rosso, quest’ultimo serve Hadziosmanovic che con la sovrapposizione si presenta in area ed effettua un cross insidioso sul quale uno sfortunatissimo Scognamillo deposita nella propria rete. Autogol e 0-1 al 60′.
Il Catanzaro non ci sta, Calabro getta nella mischia Evacuo e Contessa ma ad esser pericoloso è ancora Di Massimo che al 63′ si libera di un avversario e scarica un sinistro potente verso la porta, Avella è ancora attento e respinge. Otto minuti più tardi, al 71′, altra doccia fredda per i padroni di casa: calcio d’angolo battuto da Izzillo che pesca totalmente solo sul secondo palo il capitano Carillo che schiaccia di testa e fa 2-0 per i falchetti. Cambia immediatamente Calabro per cercare di dare la scossa, dentro Molinaro e Verna per Scognamillo e Risolo e passaggio al 4-3-1-2. Restano circa 20 minuti di gara per tentare di riacciuffare almeno un pari in una partita che i giallorossi hanno dominato per lunghi tratti. Ma l’inerzia è chiaramente dalla parte dei campani che possono giocare col cronometro e fa passare minuti e secondi preziosi. Al minuto 80 Calabro tenta il tutto per tutto inserendo anche Jefferson al posto di Carlini e subito dopo ci prova Evacuo a riaprire la gara: controlla in piena area si gire su se stesso e calcia di sinistro, ma non trova lo specchio. Come se non bastasse Contessa – entrato nella ripresa – accusa un infortunio muscolare ma è costretto a restare in campo visto che il suo allenatore ha già effettuato 5 sostituzioni. Pertanto giallorossi che chiudono la gara come se fossero in 10 uomini. Nonostante ciò continuano gli attacchi generosi ed al 84′ ancora di Massimo va vicino alla rete calciando da sinistra da posizione defilata ma trovando sempre la risposta di uno strepitoso Avella, davvero protagonista della serata. Ed al 88′ arriva il sigillo finale dei falchetti per “mano” di Matos che ruba palla a Casoli, (bravo a far la diagonale giusta meno bravo a farsi soffiare la sfera in piena area di rigore) e batte facilmente Di Gennaro da due passi. Dunque il Catanzaro subisce una brutta sconfitta soprattutto in termini di punteggio e di imbattibilità casalinga che viene meno dopo questa gara. Un po’ meno, forse, in termini di prestazione, all’altezza almeno fino alla rete del doppio vantaggio ospite. Giallorossi che hanno avuto il demerito di esser riusciti a sbloccare la gara nonostante le tante occasioni create.

TABELLINO

Catanzaro-Casertana 0-3 (59′ Aut. Scognamillo, 71′ Carillo, 88′ Matos)

CATANZARO(3-4-1-2): Di Gennaro; Scognamillo(dal 72′ Verna), Fazio, Martinelli; Casoli, Corapi, Risolo(dal 72 Molinaro), Porcino(dal 60′ Contessa); Carlini(dal 79′ Jefferson); Curiale(dal 60′ Evacuo), Di Massimo. ALL. Calabro

CASERTANA(4-3-3): Avella; Hadziosmanovic(dal 90′ Polito), Carillo, Buschiazzo, Del Grosso(dal 54′ Rillo); Icardi(dal 90′ Konatè), Santoro, Izzillo; Pacilli(dal 55′ Matos), Cuppone(dal 54′  Rosso), Turchetta. ALL. Guidi

Arbitro: Delrio di Reggio Emilia

Ammoniti: Scognamillo, Buschiazzo, Pacilli, Risolo, Rillo

Related Articles

Leave a Comment