Home Serie BCrotone “Scida” stregato per il Benevento: il Crotone ne fa 4 e vince una gara fondamentale

“Scida” stregato per il Benevento: il Crotone ne fa 4 e vince una gara fondamentale

by Redazione Sport Team Calabria

                                                               

Ultima chiamata o quasi per Stroppa ed il suo Crotone che – in attesa dei rinforzi – devono assolutamente provare a conquistare i 3 punti per non perdere ulteriore terreno dalla zona salvezza. Il compito sarà però alquanto arduo sia per il valore dell’avversario (il Benevento è infatti decimo con 21 punti) che per le tante assenze (Cigarini, Benali, Molina, Reca) che condizionano le scelte del tecnico lombardo. Pertanto scelte obbligate soprattutto sulle fasce occupate da Rispoli a destra e Pereira a sinistra. La novità è rappresentata dalla coppia Simy-Riviere in avanti con Messias a mezzala. Inzaghi conferma Improta terzino e Dabo al posto di Schiattarella, fermato dal Covid.
L’approccio degli squali è determinato ed al 5′ passano in vantaggio: cross di Pereira a rientrare sul quale Glik ci mette la testa battendo inesorabilmente il proprio portiere. Colpito a freddo il Benevento organizza la reazione ed al 9′ ci prova da corner, con Tuia che viene anticipato in extremis da Rispoli. Col passare dei minuti i sanniti iniziano ad aumentare la pressione, occupando stabilmente la metà campo avversaria ed attaccando bene gli esterni con Sau e Insigne. Al minuto 11 capita sui piedi di Sau una grande occasione: l’ex Cagliari, servito da Lapadula, si presneta davanti a Cordaz che però gli chiude lo specchio. Dal corner successivo svetta Glik (in cerca di rivincita) ma il suo colpo di testa è centrale. Sono gli ospiti adesso a far la gara, il Crotone attende e riparte come al 29′ quando arriva il raddoppio. Palla recuperata sulla propria trequarti da Messias che serve Riviere e riparte in superiorità numerica, il francese di Guadalupe alza la testa e cambia gioco su Vulic che in piena area viene chiuso al momento del tiro. La sfera però termina sui piedi di Simy che da metri 0 appoggia in rete, 2-0. Al 38′ altra grande occasione per il Benevento: palla persa in uscita dai rossoblu, ne approfitta Sau che serve Insigne il quale si presenta ancora una volta davanti a Cordaz, bravissimo a dire di no in uscita bassa. Sulla respinta Lapadula può colpire a porta vuota ma calcia fuori. Qualche minuto dopo tegola per Inzaghi che perde Insigne per infortunio, lo rileva Caprari. I sanniti non disperano e ci provano ancora, 45′: cross di Sau per l’inserimento di Hetemaj che si coordina ed in mezza rovesciata cerca l’incrocio dei pali, Corda vola e dice di no. Si arriva così all’intervallo.  Nessun cambio alla ripresa così come non cambia il canovaccio tattico della gara: il Benevento attacca, il Crotone riparte. E’ quanto succede al 54′ quando Pereira ruba palla sulla corsia di competenza e lancia la ripartenza servendo Riviere, il quale tiene a debita distanza il diretto marcatore, alza la testa e serve l’assist sul secondo palo per Simy che di piatto destro al volo batte Montipò per la terza volta. Si lamentano gli ospiti per un possibile fallo di Pereira ad inizio azione non ravvisato neanche dal VAR. La terza rete taglia le gambe ai sanniti che iniziano ad accusare anche un certo nervosismo. Al minuto 65 arriva anche il colpo di grazia: sviluppi di un corner, Rispoli raccoglie fuori area, scambia con Djidji e va al cross sul secondo palo dove Pereira appoggia per Vulic. Il serbo finta la conclusione, guadagna metri e dal limite piazza la sfera sul secondo palo per la sua prima marcatura in serie A.  Inzaghi pertanto prova ad incidere dalla panchina inserendo prima Di Serio e Tello, poi Iago Falque ma la gara è chiaramente in discese per gli squali che possono gestire l’ampio vantaggio ed anche le forze. Stroppa infatti al 80′ effettua una tripla sostituzione per congelare il risultato. In effetti gli squali, nonostante la rete di Iago Falque al minuto 83, non corrono altri rischi e riescono a mettere in cascina 3 punti fondamentali arrivati se vogliamo anche con una prestazione “sporca” ma convinta e determinata. Ora Stroppa aspetta rinforzi dal mercato.

TABELLINO

Crotone-Benevento 4-1 (5′ Aut. Glik, 29′ e 54′ Simy, 65′ Vulic, 83′ Iago Falque)

CROTONE(3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Magallan; Pereira(dal 80′ Luperto), Vulic(dal 80′ Petriccione), Zanellato(dal 84′ Rojas), Messias ,Rispoli(dal 80′ Mazzotta); Simy, Riviere(dal 70′ Eduardo Henrique). ALL. Stroppa

BENEVENTO(4-3-2-1): Montipò; Improta(dal 75′ Iago Falque), Glik, Tuia(dal 75′ Caldirola), Barba; Ionita(dal 66′ Tello), Dabo, Hetemaj; Sau(dal 66′ Di Serio), Insigne(dal 40′ Caprari); Lapadula. ALL. Inzaghi

Arbitro: Sozza di Seregno

Ammoniti: Insigne, Ionita, Barba, Dabo, Messias

Related Articles

Leave a Comment