Home Serie BCrotone Un Crotone audace costringe la Juve al pari:allo Scida è di nuovo 1-1

Un Crotone audace costringe la Juve al pari:allo Scida è di nuovo 1-1

by Redazione Sport Team Calabria

                                       

Dopo 3 sconfitte in altrettante gare e la sosta per le nazionali, il Crotone ospita la Juventus alla ricerca dei primi punti stagionali. Certo una gara sulla carta proibitiva per i pitagorici che però devono provare a reagire. Stroppa propone la coppia Messias-Simy in attacco e lancia Luperto dal primo. Pirlo con Morata al centro dell’attacco supportato da Chiesa e Kulusevski. Vi sono i mille spettatori e già il clima partita si avverte di più.

Il Crotone approccia bene la gara e già al 2′ si rende pericoloso con Reca che in proiezione offensiva vince un rimpallo e serve Simy che calcia dal limite ma non trova lo specchio. La spinta iniziale, dovuta soprattutto all’asse Reca-Vulic sulla corsia di sinistra, produce al 11′ un calcio di rigore per i rossoblu: proprio il polacco viene servito dal serbo in area e crossa, Bonucci in ritardo commette fallo, per Forneau è penalty. Dal dischetto Simy è  impeccabile, 1-0 al 12′. Dopo la rete subita Pirlo cambia passando al 4-2-3-1 con Portanova alto a sinistra Chiesa a destra, Kulusevski dietro Morata. Ma a giocare è ancora la formazione di Stroppa che avrebbe una potenziale occasione al 20′ in ripartenza che però Simy sfrutta male. E sul capovolgimento di fronte, la Juve pareggia: Kulusevski apre per Chiesa che taglia alle spalle di Reca e crossa di prima per Morata il quale può solo appoggiare in rete, 1-1 al 21′.

Il pareggio risveglia i bianconeri che iniziano a dominare il gioco senza tuttavia creare pericoli anche perché il Crotone si difende in maniera ordinata e mostra di poter far male in ripartenza. Il finale di primo tempo regala ancora emozioni: al 42′ Morata mette Portanova davanti a Cordaz che però è bravo a chiudere lo specchio. Due minuti dopo clamorosa occasione per gli squali: azione che nasce ancora dalla corsia di sinistra e che ha il suo sfogo in un cross basso di Reca sul quale Messias non arriva per un soffio, Pereira dalla parte opposta raccogli la sfera e da 5 metri calcia a botta sicura ma Buffon blocca. E’ l’ultimo frame di un bel primo tempo giocato bene soprattutto dai pitagorici ma che si chiude con un pareggio giusto.

Il primo flash ella ripresa è un bel tiro dal limite di Bentancur che colpisce bene di controbalzo andando davvero vicino al bersaglio grosso. Dopodiché sono i rossoblu a salire in cattedra: al 52′ cross di Pereira sul secondo palo per Reca che di  testa rimette dentro per Messias il quale non riesce a impattare la sfera pur da ottima posizione. Tre minuti più tardi un’occasione ancora più ghiotta capita sui piedi di Cigarini: azione che deriva ancora da un cross sul quale Messias appoggia per Cigarini che dal limite, tutto solo, controlla e calcia mancando clamorosamente la porta. Siamo al 55′.  Gli squali sono davvero in giornata e continuano a mettere in difficoltà i bianconeri soprattutto con un Messias in gran spolvero: al 59′ prende palla sulla propria trequarti e si fa tutto il campo andando poi a guadagnarsi un calcio di punizione in zona offensiva tra gli applausi scroscianti del pubblico. Nel frattempo Pirlo per correre ai ripari  Pirlo aveva inserito Cuadrado per Portanova. Poi alla mezzora l’episodio che può cambiare la gara: Chiesa entra a piede a martello su Cigarini in mezzo campo l’arbitro estrae il rosso diretto. Juventus in 10 per l’ultima mezzora di gara più recupero. E’ la Juve però ad avere subito l’occasione di passare in vantaggio al 63′: punizione di Kulusevski (un po’ in ombra quest’oggi) e testa di Morata che sbatte sul palo interno. Pericolo scampato per Cordaz. Inizia la girandola dei cambi da una parte e dall’altra, si arriva così al 76′ quando Morata segna su un tiro-cross di Cuadrado ma, dopo aver consultato il VAR, l’arbitro annulla per fuorigioco. Posizione irregolare davvero millimetrica dello spagnolo. Pertanto si rimane sul risultato di 1-1 con la partita che attraversa una fase di stanca nonostante tante forze fresche da una parte e dall’altra, tra cui Petriccione e Siligardi nelle fila dei rossolblu. Al minuto 86′ è proprio l’ex Parma ad avere una potenziale occasione con un colpo di testa su cross di Rispoli ma la conclusione non ha la potenza giusta e Buffon blocca.

I minuti di recupero sono 7 ma nell’extra time succede poco o nulla ed il Crotone conquista il primo punto della stagione con una grande prestazione.

TABELLINO

Crotone-Juventus 1-1 (12′ Simy Rig., 21′ Morata)

CROTONE(3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Luperto(dal 83′ Golemic); Pereira(dal 73′ Rispoli), Vulic(dal 73′ Siligardi), Cigarini, Molina(dal 87′ Petriccione), Reca; Messias, Simy. ALL. Stroppa

JUVENTUS(3-4-3): Buffon; Danilo, Bonucci, Demiral; Chiesa, Arthur(dal 70′ Rabiot), Bentancur, Portanova(dal 56′ Cuadrado), Frabotta; Morata, Kulusevski(dal 69′ Bernardeschi). ALL. Pirlo

Arbitro: Forneau di Roma 1

Ammoniti: Bonucci, Cigarini, Portanova, Kulusevski, Reca, Magallan

Espulsi: Chiesa al 60′

Related Articles

Leave a Comment