Home Serie CCatanzaro Coppa Italia serie C: al Catanzaro servono i supplementari per battere il Rende, al Ceravolo è 3-1

Coppa Italia serie C: al Catanzaro servono i supplementari per battere il Rende, al Ceravolo è 3-1

by Redazione Sport Team Calabria

Un altro derby, ed un altro Catanzaro-Rende, per questi 32esimi di finale di Coppia Italia di serie C. I due allenatori hanno deciso di mettere in pratica un massiccio turnover dando spazio a chi ha giocato meno e regalando un’occasione di mettersi in mostra anche ad alcuni giovanissimi. In palio la possibilità di sfidare il Catania nel turno successivo.

Non passa neanche un minuto che i padroni di casa si trovano già in vantaggio: Posocco raccoglie una respinta della difesa del Rende e dal limite dell’area lascia partire un gran destro di prima che batte Borsellini.
Prova la reazione la squadra di Modesto, che ha scelto Giannotti come “falso nueve”, lui è che un esterno naturale. Proprio Giannotti ha un’occasione ghiotta al 9° minuto quando si invola da solo davanti al portiere del Catanzaro Elezaj, prova a saltarlo e finisce giù: per l’arbitro si tratta di simulazione con conseguente ammonizione per il giovane di proprietà del Crotone.
Nei 10 minuti successivi è invece monologo Catanzaro. Prima è Kanoute a sfiorare il palo dopo una bella azione personale e un tiro da fuori. Poi in due minuti, tra il 19° e il 21°, il palo il Catanzaro lo colpisce ben due volte con Repossi che salta mezza difesa avversaria e si presenta davanti a Borsellini non riuscendo però a segnare e con D’Ursi che invece prende il legno con un bel tiro dal limite dell’area su assist di Kanoute.
Fallito il gol del raddoppio in più occasioni quindi, il Catanzaro subisce il pareggio al 26° quando Laaribi con una punizione dal vertice destro dell’area sorprende Elezaj con un tiro malefico sul primo palo sul quale l’estremo difensore avrebbe però potuto fare meglio, 1-1.
Al 30° minuto, a causa dell’infortunio di Maddaloni, Modesto rimescola le carte inserendo l’attaccante Rossini e spostando di conseguenza Cipolla al centro della difesa, Laaribi a centrocampo e Giannotti sulla destra del tridente col neo-entrato Rossini che prende il suo posto al centro dell’attacco.
Nel finale di primo tempo due occasioni importanti per passare in vantaggio, una per parte: al 42° Rossini serve con un tacco bellissimo Blaze il quale da posizione leggermente defilata ma comunque vantaggiosa spara alto sopra la traversa; un minuto dopo è D’Ursi a provare il gran tiro dai 25 metri con Borsellini che risponde con una grande parata e devia il pallone sopra la traversa. Si va così negli spogliatoi col punteggio di parità.

L’inizio della seconda frazione è di marca giallorossa con due occasioni nei primissimi minuti per D’Ursi e Repossi con il tiro del primo parato da Borsellini e quello del secondo che invece finisce di poco a lato del palo.
I due allenatori dimostrano di voler vincere la gara e infatti la girandola di cambi vede l’ingresso di diversi titolari per entrambe le compagini, con Maita, Statella, Celiento e Riggio per il Catanzaro e Vivacqua, Franco e Viteritti per il Rende (oltre a Rossini subentrato già nel primo tempo).
Di conseguenza la gara sale di ritmo e le occasioni fioccano da una parte e dall’altra. Al 62° ci prova D’Ursi che su servizio di Statella fallisce da buona posizione, sul capovolgimento di fronte clamorosa occasione fallita dal giovane Crusco che a porta praticamente vuota da pochi metri colpisce male e manda il pallone alto sulla traversa.
Al 70° ancora Rende vicino al gol: cross dalla sinistra di Calvanese e tiro a botta sicura di Vivacqua che viene però deviato dalla difesa giallorossa in angolo.
Un paio di minuti dopo si ripete la maledizione dei legni per il Catanzaro e soprattutto per D’Ursi che clamorosamente colpisce due volte la traversa in 30 secondi, prima su calcio di punizione e poi di testa su cross dalla sinistra, e sono così ben quattro i legni colpiti oggi dai giallorossi, di cui tre con lo sfortunatissimo D’Ursi.
Non c’è tempo neanche per respirare e al 78° un’occasione per parte con due tiri potenti ma imprecisi prima del giovanissimo classe 01 del Rende Boito, e poi col solito D’Ursi per il Catanzaro.
Negli ultimi minuti di una gara che si è incattivita e che ha visto addirittura dieci ammoniti totali, ci prova maggiormente il Catanzaro con un paio di conclusioni da fuori di Maita e Kanoute, ma la gara termina sul punteggio di 1-1 e si va così ai supplementari.

È sempre il Catanzaro a fare la partita e a cercare con più insistenza la vittoria. Al 94° occasione per Fischnaller, servito da Maita, che prova il tiro dal limite ma non inquadra lo specchio.
Episodio importante al 96°: Iuliano si invola verso la porta, Franco lo spinge da dietro e per l’arbitro è fallo e secondo giallo per il capitano del Rende che deve così lasciare il terreno di gioco anzitempo. Rende che quindi dovrà provare a resistere in dieci alla pressione del Catanzaro che si fa sempre più insistente.
Pressione che produce altri due tiri da fuori pericolosi con Iuliano prima e Fischnaller dopo, ma in entrambe le occasioni è attento Borsellini. Ma sembra essere solo questione di tempo per i giallorossi che infatti, dopo un assedio vero e proprio, trovano il gol del 2-1 con Fischnaller, proprio in chiusura di primo tempo supplementare, che è bravo a ribadire in rete una respinta della difesa biancorossa. Il secondo tempo supplementare ha visto il Catanzaro difendere il risultato senza correre particolari rischi e trovare anche il gol del 3-1 finale con Iuliano che da posizione decentrata è riuscito con un bel destro a giro a battere Borsellini.

Vittoria meritata per i giallorossi che hanno avuto la meglio in una partita infinita, piena di occasioni da una parte e dall’altra. Una partita che, al contrario di come si pensava alla vigilia, ha visto le due squadre provare a vincerla in ogni modo, lottando su tutti i palloni e dando vita a tanti scontri duri come testimoniano le numerose ammonizioni.
La squadra di Auteri sfiderà il 31 Ottobre il Catania al “Massimino” nella gara valevole per i sedicesimi di finale.

Tabellino

Catanzaro-Rende 3-1 d.t.s.   (1° Posocco, 26° Laribi, 105° Fischnaller, 119° Iuliano)

CATANZARO (3-4-3): Elezaj, Signorini, Figliomeni(52° Riggio), Nikolopoulos(52° Celiento), Posocco(61° Statella), Eklu(61° Maita), Iuliano, Nicoletti, Repossi(71° Fischnaller), D’Ursi, Kanoute  ALL: Auteri

RENDE (3-4-3): Borsellini, Sanzone, Maddaloni(29° Rossini), Blaze, Godano(58° Viteritti), Cipolla, Di Giorno, Calvanese, Laaribi(58° Franco), Giannotti(46° Vivacqua), Crusco(76° Boito)  ALL: Modesto

Ammoniti: Di Giorno (Ren), Calvanese (Ren), Laribi (Ren), Viteritti (Ren), Celiento (Cat), Signorini (Cat), Franco (Ren), Maita (Cat), Riggio (Cat), Statella (Cat)
Espulsi: Franco (Ren)

 

Related Articles

Leave a Comment