Home Serie BCrotone Crotone: non basta un buon secondo tempo, al Bentegodi arriva un’altra sconfitta

Crotone: non basta un buon secondo tempo, al Bentegodi arriva un’altra sconfitta

by Redazione Sport Team Calabria

Dopo due sconfitte con 9 gol subiti il Crotone cerca punti salvezza in quel di Verona, contro l’Hellas di mister Juric. Stroppa non recupera Cigarini e Benali e perde anche Marrone. Juric deve rinunciare a Veloso e schiera ancora Kalinic davanti con Zaccagni e Barak alle sue spalle. Dunque moduli quasi speculari, curiosità nei rossoblu per l’esordio da titolare di Djidji. Il primo tiro della gara lo effettuano i rossoblu al 6′ precisamente con Vulic che però calcia alto. La risposta del Verona arriva la 16′ con una punizione velleitaria di Dimarco facile preda di Cordaz. Ma nel momento in cui a formazione di Juric accelera, trova il vantaggio: ancora palla persa in uscita nella propria metà campo da Riviere, ne approfitta Barak che lancia in verticale Kalinic il quale lascia scorrere e di destro batte Cordaz. Tiro non irresistibile, ma troppo spazio concesso al croato da Luperto che non stringe la marcatura. Siamo al 17′. Squali non pervenuti fin qui, e tantomeno dopo la rete subita. La concretezza degli avversari, bravi ad accelerare quando devono, ha la meglio al 25′: azione in bello stile sulla corsia di sinistra Ilic serve Dimarco che scambia con Zaccagni , taglia dentro l’area di rigore e con la punta trova l’unico angolo giusto per battere Cordaz sul secondo palo e raddoppiare. Crotone in bambola e che rimane totalmente in balia dell’avversario. Gli scaligeri vanno infatti vicino alla terza segnatura per due volte sempre con Barak, al 34′ quando l’ex Lecce calcia a giro da fuori non andando lontano dal bersaglio; ed al 37′ quando su cross di Dimarco schiaccia di testa a colpo sicuro, Cordaz d’istinto respinge. Sussulto d’orgoglio del Crotone grazie a Messias che ci prova dai 20 metri, Silvestri blocca a terra al 45′.  E’ l’ultima emozione di un primo tempo dominato dai padroni di casa. Doppio cambio per Stroppa nell’intervallo, restano infatti negli spogliatoi Molina ed Eduardo Henrique, dentro Pereira e Simy, 3-4-1-2 con Messias trequartista alle spalle delle due punte. Ed è proprio Messias a riaprire la gara al 55′: cross di Reca dalla sinistra deviato da Riviere che sta per terminare fuori, Pereira la tiene viva appoggiando dietro per Messias che si coordina ed in mezza rovesciata fa 1-2. La rete che accorcia le distanze regala nuova linfa ai pitagorici che iniziano a giocare ed a metter in difficoltà gi avversari. Al 63′ però si riaccende il settore di sinistro dei padroni di casa: Zaccagni e Dimarco affondano, cross arretrato di quest’ultimo per Barak che calcia forte di sinistro ma spedisce alto. Occasione sfruttata male dagli scaligeri. Col baricentro più alto è adesso la formazione di Stroppa a fare la partita: Messias il più attivo cerca spesso lo scambio con Simy, entrato bene in gara. Da un’azione simile nasce una conclusione del brasiliano al 70′ respinta però dalla difesa di casa. Al minuto 77 Stroppa tenta il tutto per tutto inserendo anche Dragus al posto di Riviere. Arrembaggio finale dei rossoblu cresciuti molto in questa seconda frazione di gioco. L’ingresso del rumeno però non sortisce gli effetti sperati, al contrario, la gestione di alcuni palloni è abbastanza discutibile come al 84′ quando trasforma una potenziale chance di contropiede in un tiraccio dalla distanza che finisce la sua corsa in curva. Alleggerisce la pressione il Verona al 87′ con Colley, subentrato a Zaccagni, il suo tiro viene messo in corner da Cordaz. Lo stesso Colley centra la traversa nei minuti di recupero con un gran destro da dentro l’area di rigore che avrebbe meritato maggior fortuna.
Pertanto l’Hellas Verona pur con molta difficoltà, riesce a gestire la rete di differenza ed a portare a casa 3 punti preziosi.  Ennesima sconfitta per i pitagorici frutto di una fragilità difensiva mostrata soprattutto nella prima frazione. Al contrario il secondo tempo è stato all’altezza ma non è bastato a racimolare punti.

TABELLINO

Hellas Verona-Crotone 2-1 (17′ Kalinic, 25′ Dimarco, 55′ Messias)

HELLAS VERONA(3-4-2-1): Silvestri; Ceccherini(dal 46′ Dawidowicz), Magnani(dal 63′ Gunter), Lovato; Faraoni, Tameze, Ilic, Dimarco; Zaccagni(dal 75′ Colley), Barak; Kalinic(dal 63′ Di Carmine). ALL.Juric

CROTONE(3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Cuomo; Molina(dal 46′ Pedro Pereira), Vulic, Zanellato, Eduardo Henrique(dal 46′ Simy), Reca; Messias, Riviere(dal 77′ Dragus). ALL. Stroppa

Arbitro: Massimi di Termoli

Ammoniti: Ceccherini, Lovato, Djidji, Magnani, Reca, Pereira

                                                   

Related Articles

Leave a Comment