Home Serie BReggina Reggina, Domenico Toscano:”Felice di essere tornato. Voglio giocatori che lascino il segno”

Reggina, Domenico Toscano:”Felice di essere tornato. Voglio giocatori che lascino il segno”

by Redazione Sport Team Calabria

Questa mattina è stato ufficialmente presentato presso la sala stampa dello stadio Oreste Granillo il nuovo allenatore della Reggina, Domenico Toscano, il quale ha incontrato gli organi di informazione, rispondendo in maniera esaustiva a tutte le domande che gli sono state poste, oltre a manifestare tanto entusiasmo per questo suo ritorno in amaranto. Il tecnico reggino, non si è soffermato molto sugli aspetti tecnico-tattici o a quelli legati al mercato, ma ha preferito chiarire quali profili servono per la sua squadra. Toscano ha fatto chiaramente intendere, che nella Reggina dovrà arrivare gente in grado di saper lasciare il segno con addosso questa maglia. Servirà inoltre,  la compattezza di tutto l’ambiente per poter centrare gli obiettivi prefissati e mantenere vivo l’entusiasmo della tifoseria, sempre pronta a sostenere la propria squadra.

Vi riportiamo in seguito alcune dichiarazioni rilasciate dal neo tecnico reggino durante la sua presentazione odierna:

Il ritorno a Reggio-“Sono felice di essere ritornato e di ritrovare tanti amici. Ringrazio la Reggina per avermi aspettato, non so in quanti lo avrebbero fatto, infatti una volta liberato dalla Feralpi Salò non avrei preso in considerazione proposte da parte di altre società”. 

La nuova stagione-“Sarà un campionato molto arduo, agguerrito, con grandi piazze, ripartiamo dal settimo posto della scorsa stagione e dovremo essere bravi  a fare meno erro degli altri, visto che anche le altre come noi vorranno essere protagoniste. La cosa principale è avere le idee chiare e remare tutti verso un’unica direzione”.

La squadra che verrà- Il primo acquisto dovrà essere il pubblico, vorrei vedere il Granillo gremito come nella gara  contro il Monopoli. In questa categoria servono prima uomini e poi calciatori, voglio gente che in campo lasci il segno sempre e comunque”.

L’attenzione verso il settore giovanile-“Se la società mi chiederà di seguire il settore giovanile lo farò volentieri, magari prendendo spunto da qualche collega che lavora con i ragazzi. Bisogna far capire ai giovani, che per diventare dei bravi professionisti servono tanti sacrifici, se si riesce a puntare su questo aspetto, credo che a Reggio come anche in altre parti potremmo avere in futuro tanti giocatori”.

Related Articles

Leave a Comment