Home Serie BCrotone Orgoglio Crotone: una rete di Simy al 93′ pareggia i conti al “Vigorito” e mette nei guai il Benevento

Orgoglio Crotone: una rete di Simy al 93′ pareggia i conti al “Vigorito” e mette nei guai il Benevento

by Redazione Sport Team Calabria

                                                                   

Dopo la vittoria di giovedì gli squali vanno a far visita al Benevento rivale storica ed ancora invischiata nella lotta per non retrocedere. La maggior motivazione dei sanniti potrebbe dunque avere la meglio anche se i rossoblu sicuramente non staranno a guardare. Deve vincere la formazione sannita e pertanto prova ad impostare ritmi alti sin dai primi minuti anche se non crea delle palle gol limpide. La prima occasione è infatti dei pitagorici e mette paura ai padroni di casa perché Ounas manda al bar la difesa di Inzaghi e si presenta a tu per tu con Montipò, ma spara alto. Siamo al 11′, chance davvero clamorosa per gli squali. Due minuti dopo al 13‘, il Benevento riesce a trovare l’episodio che sblocca la gara: cross di Letizia per Hetemaj che fa da sponda per Lapadula il quale incrocia di destro sul secondo palo e batte Festa, 1-0. Sospiro di sollievo per la formazione campana che può adesso giocare in maniera più distesa anche se dopo pochi minuti, al 20′,  Ionita è costretto a lasciare il campo ad Improta per uno scontro duro con Magallan. E se la gara è adesso in salita per i rossoblu, lo diventa ancora di più al 23‘ quando Golemic, dopo un errore di Marrone, atterra Lapadula lanciato verso la porta, chiara occasione da rete e pertanto espulsione per il serbo. Crotone in 10. il calcio di punizione successivo non viene però sfruttato a dovere da Caprari che calcia alto. Squali che accusano il colpo, il Benevento prova ad infierire e ad archiviare la gara ma al 27‘ tra i giallorossi ed il raddoppio ci si mette il legno dell’incrocio dei pali alla destra di Festa sulla gran conclusione di Insigne. Cosmi mette ordine in campo, schierando ora un 4-4-1 con Ounas sul versante destro che sembra l’unico a poter accendere la luce. Al 35′ infatti, converge verso il centro e calcia col mancino non trovando lo specchio per pochi centimetri. Il finale di primo tempo è tutto per la squadra di casa alla ricerca del raddoppio. Al 43‘, dopo una palla persa in uscita da Benali, i giallorossi ripartono verso l’area di rigore: Lapadula serve Schiattarella che calcia di sinistro, Festa respinge. Al 45‘ azione in fotocopia questa volta a calciare è Lapadula ma l’estremo difensore pitagorico si oppone ancora. L’ultimo squillo del primo tempo, nel secondo dei 4 minuti di recupero, è ad opera dei calabresi: ancora Ounas ad inventare e a cercare Zanellato sul secondo palo, anticipato di un soffio. Anche nella ripresa il Benevento prova a partire a ritmi alti alla caccia del secondo gol ma gli avanti sanniti sono troppo imprecisi. Intanto all’intervallo un cambio per entrambi i tecnici: Cosmi inserisce P.Pereira per Marrone spostando Djidji a in mezzo, Inzaghi Dabo per Caprari con l’avanzamento di Improta. Al 54‘ altra bella azione del solito Ounas che serve il movimento di Simy in area ma il nigeriano non riesce a coordinarsi al tiro. Nonostante l’inferiorità numerica è il Crotone a fare la gara, i padroni di casa provano a ripartire. Pochi minuti dopo Cosmi si gioca la carta Rojas che va a sostituire Zanellato, mentre al 66′ decide per il cambio dei due centrocampisti centrali: dentro Vulic e Petriccione per Benali e Cigarini. Forze fresche in mezzo al campo per Cosmi, Inzaghi temporeggia visti che ha già utilizzato due slot nel primo tempo. La gara scivola così senza altri sussulti al 73‘ quando Lapadula ha la chance per chiudere la gara sul suo mancino, calcia bene ma non trova la porta per centimetri. Partita dunque ancora pericolosamente aperta per i sanniti che rischiano un ritorno degli squali in qualsiasi momento, e provano pertanto ad addormentare la gara. Con generosità il Crotone ci prova fino alla fine con Ounas a tratti imprendibile e l’ultimo a mollare. Al minuto 80‘ va via sulla corsia di destra e guadagna un calcio di punizione pericoloso che Petriccione scodella in area, ma che Montipò in un secondo momento blocca. Il franco-algerino è poi costretto a lasciare il campo per la botta ricevuta, lasciando il campo a Dragus. Tanta tensione nei minuti finali con i rossoblu che comunque provano ad attaccare ed i giallorossi che si difendono coi denti senza però riuscire a tenere palla. Nei 4 minuti di recupero le barricate sannite sembrano resistere ma al 93‘ arriva incredibilmente il gol di Simy: spunto di Dragus sulla destra e cross basso che il nigeriano di piatto destro deposita in rete, 1-1. Quota 20 per il chirurgo di Onistha. Subito dopo chance per Glik che calcia al volo ma Festa la tiene, e mette il Benevento in una situazione davvero brutta. Il Torino avrà infatti la possibilità di ottenere, martedì nel recupero, anche un pari e mandare in B i sanniti.. Per il Crotone un altro punto per provare ad evitare l’ultima piazza.

TABELLINO

Benevento-Crotone 1-1 ((13′ Lapadula, 93′ Simy)

BENEVENTO(4-3-2-1): Montipò; Depaoli(dal 36′ Tuia), Glik, Barba, Letizia; Hetemaj, Schiattarella, Ionita(dal 20′ Improta), Insigne(dal 84′ Gaich), Caprari(dal 46′ Dabo); Lapadula. ALL. Inzaghi

CROTONE(3-5-2-): Festa; Magallan, Marrone(dal 46′ P.Pereira), Golemic; Djidji, Zanellato(dal 62′ Rojas), Cigarini(dal 66′ Petriccione), Benali(dal 66′ Vulic), Molina; Ounas(dal 83′ Dragus), Simy. ALL. Cosmi

Arbitro:  Giacomelli di Trieste

Ammoniti: Marrone, Magallan, Glik, Gaich

Espulsi: Golemic

Related Articles

Leave a Comment