Home Serie BReggina Reggina bloccata dal Potenza: termina a reti inviolate l’esordio al Granillo di Drago

Reggina bloccata dal Potenza: termina a reti inviolate l’esordio al Granillo di Drago

by Redazione Sport Team Calabria

  

Esordio al Granillo per mister Drago che – dopo la vittoria di Siracusa che pure non lo ha soddisfatto appieno – vuole provare a dare continuità ai risultati cercando magari di trasmettere sempre meglio la propria idea di calcio. La squadra che arriva in Calabria, non è certo l’ultima arrivata: il Potenza neopromosso che è in piena lotta play-off ecco perché la gara di stasera può essere uno scontro diretto. I lucani però devono fare a meno del loro bomber principe, il brasiliano França, espulso nell’ultima gara e quindi squalificato. Confermato dal primo minuto invece, l’ex della gara Strambelli, in Basilicata fino a gennaio.

L’inizio di gara è lento e compassato e vede le formazioni studiarsi tant’è che la prima occasione è degli ospiti ed arriva  su un errore individuale in particolar modo Solini che manca l’intervento invitando alla conclusione Bacio Terracino che – liberatosi in area – calcia debolmente di sinistro.
L’approccio degli ospiti è senza dubbio migliori in questa prima parte di partita: intensità in mezzo al campo e pochi spazi concessi. Al contrario i padroni di casa sono contratti e non riescono a creare occasioni. Al 20′ Franchini va giù in area e riceve il primo cartellino giallo della gara.
Si arriva così alla mezzora di gioco, senza infamia ne lode ma col Granillo che prova a farsi sentire di più per dare la spinta ai propri beniamini che sembrano averne bisogno. Nonostante ciò sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi e sempre con Bacio Terracino che fa il vuoto a sinistra ed appoggia per Piccinni il quale arriva a rimorchio e calcia trovando però sulla sua strada Conson che si sostituisce a Farroni. Siamo al 32′.
Al minuto 36′ poi, l’episodio che può svoltare la gara: Franchini viene atterrato e questa volta per Zingarelli è rigore. Dal dischetto Baclet si fa ipnotizzare da Ioime che respinge sulla testa di Doumbia che non riesce a ribadire a rete.

Nonostante l’occasione fallita, la Reggina continua a macinare gioco nel finale ed al 42′ un tiro-cross di Bellomo sta quasi per beffare l’estremo difensore lucano che alla fine riesce ad appoggiare in corner.
Termina qui la prima frazione di gioco che la Reggina ha chiuso in crescendo.

L’esperimento di Solini terzino sinistro, dura solo un tempo, in quanto alla ripresa dei giochi mister Drago decide di non far tornare in campo il numero 21 per far entrare Procopio, terzino naturale. La contromossa di Raffaele prevede l’inserimento di Genchi al posto di Longo. Tatticamente non cambia nulla per entrambi i tecnici.
Gli amaranto iniziano la ripresa come avevano chiuso i primi 45′ e cioè in attacco. Al 48′, infatti, Bellomo decide di far tutto da solo, salta due uomini in mezzo al campo e cerca il jolly dai 30 metri ma la sfera viene facilmente bloccata dal portiere lucano. Lucani che si riaffacciano in avanti due minuti dopo quando l’attaccante argentino Lescano controlla in maniere elegante in area di rigore, ma poi non trova lo specchio.

Non contento evidentemente delle poche palle gol create e dell’apporto del reparto offensivo, mister Drago cambia: dentro fuori Doumbia e dentro Sandomenico per un 4-3-3 puro.

Ma la mossa di mister Drago non sortisce subito gli effetti sperati soprattutto a causa dell’ottima organizzazione di  gioco degli ospiti che, piuttosto che soffrire, provano anche ad insidiare la porta difesa da Farroni. Al 65′ arriva infatti l’occasione più importante del match proprio per il Potenza: Genchi si destreggia bene in area e calcia alla destra di Farroni il quale però mette in corner. Dalla bandierina la palla viene scodellata in mezzo con lo stesso portiere ex Matera esce male consentendo ad Dettori di battere a colpo sicuro ed a porta sguarnita, senza però aver fatto i conti con Baclet che diventa prezioso in fase difensiva salvando sulla linea. L’attaccante francese si fa perdonare l’errore dal dischetto.

Due minuti dopo è Sandomenico a dare l’illusione del gol agli spettatori del Granillo che si vedono l’urlo strozzato in gola per una posizione di offside segnalata all’attaccante entrato da pochi minuti e che aveva depositato in rete dopo esser scattato evidentemente oltre la linea difensiva avversaria.

Passato lo spavento il Potenza torna minaccioso dalla parti di Farroni che compie un intervento importante su un contropiede ben concluso da Genchi. Poi, al minuto 88, Drago tenta il tutto per tutto gettando nella mischia anche Tulissi che va rilevare Strambelli, il quale non ha inciso sulla gara come in altre occasioni.

Il forcing finale però non produce nulla di che, il Potenza continua a difendersi in maniera ordinata come fatto per tutto l’arco della gara e dopo 3 minuti di recupero, arriva il fischio finale che sancisce il risultato di 0-0.

Dunque solo un pareggio all’esordio casalingo per mister Drago che avrà tanto da lavorare per trovare la quadratura giusta e per inculcare ai suoi le sue idee, soprattutto nella fase offensiva. Comunque un punto che muove la classifica per entrambe le compagini.

 

 

TABELLINO

Reggina – Potenza 0-0

REGGINA (4-3-1-2): Farroni; Kirwan, Conson, Gasparetto, Solini (dal 46′ Procopio); Bellomo, Salandria, Franchini (dal 76′ De Falco); Strambelli (dal 88′ Tulissi); Baclet (dal 76′ Tassi), Doumbia (dal 58′ Sandomenico)

POTENZA (3-4-3): Ioime; Di Somma (dal 66′ Coppola)  Giosa, Emerson; Coccia, Piccinni, Dettori, Sepe; Longo (dal 46′ Genchi), Lescano, Bacio Terracino (dal 83′ Matera). All. Raffaele

Arbitro: Zingarelli di Siena

Ammoniti: Gasparetto,Franchini, Bellomo, Coppola

 

  

 

Related Articles

Leave a Comment