Home Rende Serie C, il Rende in 10 resiste agli attacchi del Rieti e torna alla vittoria

Serie C, il Rende in 10 resiste agli attacchi del Rieti e torna alla vittoria

by Redazione Sport Team Calabria

 
Dopo tre partite senza vittoria, nelle quale sono arrivate due sconfitte ed un pareggio, il Rende di Modesto vuole tornare alla vittoria e per farlo prova a sfruttare il turno infrasettimanale, contro la formazione reatina. La squadra laziale, pur essendo in quartultima posizione, gioca comunque un calcio propositivo ed abbastanza spensierato, rispecchiando appieno la mentalità del suo allenatore portoghese.

La partita è subito in salita per Modesto che perde Sabato nel riscaldamento ed è costretto a mandare in campo il giovane Maddaloni. Assenza che si aggiunge a quella di Minelli fermatosi il giorno prima della gara. Dunque difesa rimaneggiata per i biancorossi mentre il Rieti schiera l’undici tipo.

Nonostante ciò il Rende parte forte e nei primi minuti si fa minaccioso dalle parti di Costa specialmente al 6′ quando Rossini gira di testa un corner arrivato dalla sinistra non centrando la porta solo per questioni di centimetri.

Ma nel primo vero affondo, sono gli ospiti che creano l’occasione più importante, merito di Gondo che vince il duello fisico con Germinio, si presenta a tu per tu ma calcia addosso a Savelloni bravo a chiudere lo specchio.

Passato lo spavento, il Rende prova a riorganizzarsi, iniziando a proporre il solito gioco ma senza la brillantezza che contraddistingue i biancorossi. Il Rieti dal canto suo non rinuncia a ripartire e guadagna parecchi calci da fermo nella metà campo avversaria senza – tuttavia – sfruttarli a proprio favore.

Nella fase centrale della prima frazione, i ritmi sono molto bassi e le due compagini non riescono a proporre nessun tema interessante almeno fino ai minuti finali, quando, all’improvviso, i calabresi passano.

L’azione si svolge sulla destra, il pallone giunge a Viteritti che – in posizione di ala – salta l’uomo è crossa rasoterra il portiere Costa tocca la sfera ma non la blocca e la lascia alla mercé di una selva di gambe tra le quali spunta Awua che da pochi passi realizza l’1-0.

Vantaggio a sorpresa del Rende che dunque va al riposo avanti nel punteggio.

Ciò che ci si aspettava da ambedue le squadre – gioco più propositivo ed occasioni in buon numero – succede nella ripresa. Il Rieti parte subito forte e al 46′ sfiora il pareggio con Gondo che calcia indisturbato dal limite ma per fortuna di Savelloni spedisce alto. La compagine reatina è sotto nel punteggio ma non almeno inizialmente non riesce a reagire ed hanno bisogno di un episodio favorevole che arriva al minuto 61′: Germinio commette fallo su uno scatenato Gondo e si guadagna il secondo giallo della serata terminando anzitempo la sua gara e soprattutto lasciando in 10 i suoi compagni.

Modesto passa al 3-4-2 con un’inedita difesa composta da Blaze, Maddaloni e Calvanese, e con Godano – che nel frattempo era entrato al posto di Laaribi – ad innescare le eventuali ripartenze, Modica inserisce il fantasista Cericola per Diarra per iniziare a fare sul serio. La squadra di casa però ha lo stesso carattere del suo tecnico e lo dimostra andandosi a creare l’occasione del raddoppio al 67′, fa tutto Vivacqua: riceve in posizione di ala destra, rientra dal destro verso il sinistro portandosi in area dove viene messo giù. Il direttore di gara, il signor Clerico, non ci pensa due volte ed assegna il penalty, che lo stesso attaccante trasforma spiazzando Costa.

Il doppio vantaggio dura appena due minuti fino a quando, cioè, Gondo non si inventa un gol capolavoro: riceve un lancio al limite dell’area, stoppa di petto e gira in rovesciata sotto la traversa di Savelloni, 2-1 al 70′. Cheù ci crede e sbilancia ancora di più la squadra inserendo Todorov e Venancio dalla panchina, mentre il suo dirimpettaio Modesto è costretto a ricorrere alle riserve al 74′ quando – dopo uno scontro con Gondo – l’estremo difensore Savelloni lascia il campo a Borsellini.

E’ il momento di massima spinta dei laziali che allargano il gioco sulle fasce cercando di aprire la difesa per avversaria per poi trafiggerla con gli inserimenti centrali di Maistro e Vasileiou e proprio in uno di questi il numero 10 reatino effettua una conclusione pericolosissima dai 25 metri circa mettendo i brividi al neo entrato portiere.

Di contro il Rende prova ad alleggerire la pressione con alcune ripartenze ma più passa il tempo meno riesce questa mossa ai biancorossi. Gli ospiti tuttavia si affidano perlopiù alle giocate individuali (quelle di Maistro e Gondo su tutte) e provano a sfruttare ogni errore dei cosentini come al minuto 86′ quando Borsellini non tiene una palla alta che arriva da lontano innescando una mischia risolta però dall’arbitro che vede una carica sullo stesso portiere.

E’ la prima di alcune mischie che caratterizzano il finale, il Rieti le prova tutte per pervenire al pareggio, dando continuità agli attacchi con tanta generosità ed andando vicino al pareggio con Cericola.

Poi arriva il recupero, cinque minuti in cui si gioca con e contro il cronometro e nei quali l’ultimo brivido arriva da un calcio di punizione dal limite per il Rieti battuto dopo tante polemiche e che si infrange sulla barriera facendo tirare un sospiro di sollievo ai locali.

Dunque anche se con un po’ di sofferenza e senza la solita brillantezza, il Rende torna alla vittoria dopo due sconfitte consecutive e si porta momentaneamente al secondo posto in solitaria. Vittoria che però potrebbe costare cara in termini di assenze sopratutto nel pacchetto arretrato.

 

TABELLINO 

Rende – Rieti 2-1 ( 39° Awua, 68° rig. Vivacqua, 70° Gondo)

RENDE (3-4-3): Savelloni(73° Borsellini) ; Maddaloni, Germinio, Blaze; Viteritti, Cipolla, Awua, Calvanese; Laaribi(61° Godano), Rossini, Vivacqua  All. Modesto.

RIETI (4-3-2-1): Costa; Delli Carri, Gualtieri(85° Criscuolo), Gallifuoco, Dabo(71° Venancio); Diarra(64° Cericola), Palma, Konatè(71° Todorov); Maistro, Vasiliou; Gondo  All. Cheù.

Arbitro: Clerico di Torino

Ammoniti: Cipolla (Ren), Konate (Rie), Germinio (Ren), Maddaloni (Ren), Palma (Rie), Venancio (Rie)

Espulsi: Germinio (dop. amm.)

NOTE: Spettatori 317

 

Related Articles

Leave a Comment