Home Serie CCatanzaro [STC NEXT MATCH] – SERIE C – 13^ Giornata

[STC NEXT MATCH] – SERIE C – 13^ Giornata

by Redazione Sport Team Calabria

La tredicesima giornata vede la Juve Stabia agganciare il Rende in testa alla classifica dopo la vittoria delle vespe nel recupero infrasettimanale contro la Viterbese, ora trasferte per entrambe: gialloblu a Rieti e biancorossi a Cava de’ Tirreni. Il Catanzaro andrà a Lentini in una gara difficile contro la Sicula Leonzio mentre ancora più dura è la trasferta siciliana della Reggina che affronterà il Catania. Dopo lo stop nel derby, la Vibonese ha la possibilità di riscattarsi al “Razza” contro una zoppicante Viterbese. La panchina di Gaetano Fontana a Caserta è già traballante, al “Pinto” contro la Paganese vietato sbagliare. Riposa il Trapani.

Vibonese-VITERBESE (Sabato ore 14:30)

La Viterbese ha ottenuto dopo 3 sconfitte consecutive il primo pari in casa sabato scorso contro una Casertana ormai in crisi ma ha subito una brutta batosta per 4-0 al “Menti” contro la Juve Stabia nel recupero di ieri sera. Il neo allenatore Sottili, subentrato a Lopez dopo la seconda sconfitta dei laziali, può contare su una buona squadra che vanta giocatori importanti come Forte, Saraniti, Polidori, Bovo, Pacilli, Palermo, De Vito ecc. ma non ha ancora espresso a pieno il proprio potenziale. Sarà anche per il fatto che, per le note vicende legate al presidente Camilli che voleva il proprio club nel girone A, la Viterbese sia scesa in campo solamente da qualche settimana giocando solo 4 partite e dovendone recuperare sulla carta almeno altre 7. Un ambiente sicuramente non facile di cui però la Vibonese non deve sottovalutare le capacità specialmente di alcuni singoli di poter far male con le loro giocate. La squadra di Orlandi potrebbe soprattutto approfittare dello stress psicofisico a cui i leoni laziali sono sottoposti essendo scesi in campo 5 volte in 18 giorni.

CAVESE-Rende (Sabato ore 20:30)

I campani sono reduci da un piccolo periodo negativo formato da un solo punto (conquistato a Pagani nella scorsa giornata nei minuti finali grazie ad un autogol dei padroni di casa) nelle ultime tre gare che però non ha influenzato una buona classifica costruita fino ad ora dai metelliani. L’obiettivo dichiarato della Cavese, essendo anche una neopromossa, è senz’altro quello della salvezza e, visti i 12 punti in 10 partite, la strada delineata è quella giusta. Anche perché la squadra di mister Modica è una formazione tatticamente anomala per essere una compagine che mira a tirarsi fuori dalla zona calda della classifica: il marchio di fabbrica è infatti un 4-3-3 con ideologie molto offensive (seppur con una prolificità contenuta) cercando di mettere in difficoltà gli avversari sulle corsie esterne in velocità. E’ da lì infatti che sono arrivate le maggiori soddisfazioni con le giocate di Rosafio, Fella e Agate che hanno messo diverse volte la prima punta Sciamanna (3 gol fino a qui per lui) nelle migliori condizioni per poter segnare. Il “Lamberti” di Cava de’ Tirreni si sta dimostrando una fonte preziosa di punti: in 5 gare i padroni di casa hanno raccolto 10 punti perdendo solo il derby con la Juve Stabia immeritatamente e prendendosi il lusso di battere una corazzata come il Trapani. I biancorossi di Modesto dovranno imporre il loro gioco con ritmi decisamente più alti rispetto alle ultime uscite per far male alla non perfetta difesa campana e stare attenti ai repentini contropiedi degli esterni offensivi biancoblu.

SICULA LEONZIO-Catanzaro (Sabato ore 20:30)

Buon campionato della Sicula Leonzio che, anche se è alla seconda sconfitta consecutiva e farà di tutto per tornare ad un risultato positivo in casa contro il Catanzaro, viene applaudita per la mole di gioco espressa specialmente quando si ritrova alla fine dei 90 minuti con zero punti in tasca. Mister Bianco sta facendo molto bene sul lato tattico con un 4-3-3 che può contare, specialmente nella zona avanzata del campo, su giocatori di valore assoluto come Juanito Gomez, Ripa, Gammone, Narciso ecc. Il cammino casalingo fino ad ora è stato positivo ma leggermente altalenante con 3 vittorie e 2 sconfitte. Il Catanzaro arriverà al “Sicula Trasporti Stadium” con la voglia di triplicare il momento positivo iniziato da Catania e continuato con il Rieti concentrandosi però in una sfida in cui non bisogna abbassare la guardia.

CATANIA-Reggina (Sabato ore 20:45)

Dal punto di vista dei risultati i rossoazzurri sono sicuramente nel loro periodo peggiore avendo raccolto nelle ultime 5 partite solo 5 punti frutto di una vittoria (tra l’altro risicata e nel finale in casa contro il Siracusa), 2 pareggi e 2 sconfitte. Qualcosa sembra essersi inceppato nella macchina etnea con diverse critiche a mister Sottil reo di aver cambiato troppe volte assetto tattico alla squadra: il Catania infatti ha usato sia la difesa a 3 sia la difesa a 4, in avanti si è alternato il doppio centravanti (Curiale-Marotta) e una prima punta con due esterni. Ne ha fatto le spese un po’ la qualità di Lodi che è stato usato sia come trequartista nel 4-3-1-2 che come appoggio alla punta nel 4-2-3-1. Situazione un po’ convulsa a Catania che non può permettersi altri passi falsi dopo le ultime due deludenti uscite contro Catanzaro e Juve Stabia. Per la Reggina test sicuramente severo anche se gli amaranto hanno dimostrato nelle difficoltà un forte spirito di gruppo che potrebbe portare anche qualcosa di buona sotto il profilo del risultato.

 

Posizione Squadra Punti Gare
1. Juve Stabia 26 11
2. Rende 26 12
3. Trapani 25 12
4. Catania 18 10
5. Catanzaro 17 10
6. Vibonese 17 11
7. Sicula Leonzio 17 12
8. Potenza 16 11
9. Casertana 15 11
10. Monopoli 14 10
11. Cavese 12 10
12. Virtus Francavilla 12 10
13. Reggina 11 9
14. Siracusa 11 11
15. Bisceglie 10 11
16. Rieti 10 11
17. Paganese 3 11
18. Viterbese 1 5
19. Matera 0 10

Juve Stabia: 1 punto di penalizzazione

Matera: 8 punti di penalizzazione

Monopoli: 2 punti di penalizzazione

Rende: 1 punto di penalizzazione

Siracusa: 1 punto di penalizzazione

Trapani: 1 punto di penalizzazione

Related Articles

Leave a Comment