Home Serie BReggina Serie C, brutta caduta della Reggina: al Granillo la Cavese ne fa 3

Serie C, brutta caduta della Reggina: al Granillo la Cavese ne fa 3

by Redazione Sport Team Calabria

 
Nel turno infrasettimanale valido per la 16^ giornata del campionato di Serie C, girone C, la Reggina cerca la terza vittoria consecutiva per uscire definitivamente dalla zona a rischio della graduatoria. Di fronte, la Cavese di mister Modica che viene da 4 pareggi consecutivi tra cui spiccano quelli in casa col Rende ed in trasferta a Catanzaro. Dunque un impegno di certo non semplice per i ragazzi di Cevoli che però vogliono provare a cavalcare l’onda positiva delle ultime uscite.

Si parte a ritmi altissimi con capovolgimenti di fronte da una parte e dall’altra. La Cavese si rende subito pericolosa quando già dopo due minuti Solini deve effettuare un salvataggio su Fella in area di rigore. Fella che va vicino al gol al 9° quando, dopo una bella azione di squadra, effettua un gran tiro da fuori area sul quale è bravissimo Confente. Due minuti dopo arriva la reazione della Reggina che si rende per la prima volta pericolosa: Zibert pressa bene e ruba palla a Bruno, serve Marino il quale tira in porta, para Vono e sulla respinta arriva lo stesso Zibert che, di prima, calcia alto sulla traversa da buona posizione.
Segue una fase caratterizzata da un ritmo leggermente più lento, ma con le squadre che giocano sempre a viso aperto provando a farsi del male ad ogni azione. Gli ospiti sono più pericolosi ed incisivi quanto attaccano, e ripartono velocissimi ogni volta che possono. Lasciano però spazi importanti dietro ed a volte rischiano troppo in impostazione, con la Reggina che ha diverse potenziali occasioni, ma che non riesce ad approfittarne.
Siamo al 22° quando i campani sfiorano nuovamente la rete: schema su calcio d’angolo, Rosafio tocca vicino per Lia, il quale gira per Migliorini che crossa di prima in area dove c’è Manetta pronto a colpire di testa, ancora più pronto è però Confente che compie un’altra grande parata.
Alla mezz’ora sale in cattedra Sandomenico: prima stoppa in area un cross lungo da destra di Ungaro, punta il suo diretto avversario, lo salta e calcia di sinistro ma troppo centralmente; poi si rende protagonista di diverse discese pericolose sempre sulla fascia sinistra non riuscendo però a concludere bene, o a fornire l’ultimo passaggio decisivo.
Reggina che controlla meglio in fase difensiva nell’ultimo quarto d’ora e rischia poco. Le squadre chiudono così il primo tempo sul punteggio di 0-0, ma dopo 45 minuti abbastanza piacevoli.

La ripresa si apre con Viola al posto di un impalpabile Tassi. Ed i padroni di casa iniziano con un ottimo approccio cercando di attaccare in modo convinto. Ma al 50° arriva la doccia fredda per i ragazzi di Cevoli: Fella ruba palla a Kirwan con un contrasto ai limiti del fallo, irrompe Logoluso che serve in area Sciamanna, Solini non ci arriva, ed il centravanti campano in spaccata mette dentro e realizza il più classico dei gol dell’ex.
A questo punto Cevoli manda dentro Tulissi per l’acciaccato Kirwan, Salandria scala nella posizione di terzino al posto del neo-zelandese, e si risistema con un 4-2-3-1. Gli effetti non sono però quelli sperati dal tecnico di casa, infatti al minuto 58 la Cavese trova il raddoppio con un grande gol di Sciamanna che, lanciato in profondità, controlla palla, rientra sul sinistro e batte Confente con un gran tiro sul secondo palo. Cavese che continua a spingere ed un minuto dopo Fella sfiora la terza rete dopo una bellissima azione corale, a testimoniare ulteriormente la qualità e la personalità mostrata dalla squadra di Modica per tutto il match.
I calabresi provano in tutti i modi a riaprire il discorso. Sandomenico tenta sempre di saltare l’uomo e mettere dentro palloni importanti, al 71° prova direttamente lui il tiro ma la conclusione è troppo centrale. Al minuto 80 amaranto vicinissimi al gol: cross dalla sinistra, respinta della difesa e gran tiro al volo di Marino che centra il palo, dopo una deviazione del portiere Vono.

Gli ultimi minuti scorrono senza che la Reggina crei altri pericoli e, anzi, è la Cavese a trovare la rete dello 0-3 finale, con Flores Heatley che ruba palla a Conson, si invola verso Confente e lo batte con un bel tocco sotto.  Cavese che non questa vittoria sale a quota 18, mentre la Reggina rimane a 17.

TABELLINO       

Reggina – Cavese 0-3 (50° e 58° Sciamanna, 93° Flores Heatley)

REGGINA (4-3-3): Confente; Kirwan(54° Tulissi), Conson, Solini, Seminara(85° Ciavattini); Marino, Zibert(60° Petermann), Salandria; Ungaro(60° Emmausso), Tassi(46° Viola), Sandomenico  All. Cevoli.

CAVESE (4-3-3): Vono; Bruno(55° Tumbarello), Manetta, Silvestri, Palomeque; Lia, Migliorini, Logoluso(76° Favasuli) ; Rosafio(76° Mincione), Sciamanna(61° Flores Heatley), Fella(61° Inzoudine). All. Modica.

Arbitro: Maranesi di Ciampino

Ammoniti: Sciamanna (Cav), Palomeque (Cav)

 

 

 

 

Related Articles

Leave a Comment