Home Catanzaro [STC REPORT] – SERIE C – 15^ Giornata

[STC REPORT] – SERIE C – 15^ Giornata

by Redazione Sport Team Calabria

Matera-Rende 3-1

Brutta gara dei biancorossi che non riscattano la precedente sconfitta con la Casertana. Il Rende è apparso forse per la prima volta in campionato un po’ assente per tanto e troppo tempo nell’arco della sfida. Qui l’analisi completa del match con le interviste a mister Modesto, mister Imbimbo, presidente del Matera Lamberti e Vittorio Triarico.

Vibonese-Siracusa 1-1

Non riescono ad ottenere l’intera posta in palio gli uomini di Nevio Orlandi che impattano al “Razza” per 1-1 contro un ostico Siracusa. Qui l’analisi completa del match con le interviste a mister Orlandi, mister Pazienza, ds Loschiavo e Luigi Silvestri

Virtus Francavilla-Catanzaro 0-1

Statella regala quinta vittoria in 6 gare ai giallorossi che allungano a 8 sfide consecutive il loro personale ruolino di marcia positivo. Qui l’analisi completa del match

Sicula Leonzio-Reggina 1-2

Una Reggina compatta ed efficace espugna Lentini e bissa il successo casalingo contro il Rieti della scorsa giornata. Qui l’analisi completa del match

Trapani-Juve Stabia 1-2 [28′ Tulli (T), 43′ El Ouazni (J), 92′ Mezavilla (J)]

Il big match del “Provinciale” di Erice, disputato nell’anticipo di Sabato, se lo aggiudica la Juve Stabia dopo una partita dai mille volti con i campani che riescono a vincere anche questa sfida che per lunghi tratti li ha visti nettamente sotto i colpi del Trapani. Già perché il primo tempo è di tutto di marca granata a cominciare dall’11’ quando Costa Ferreira colpisce in pieno la traversa con una forte conclusione dai 15 metri. Non perdona invece Tulli al 28’ che, dopo una serpentina in area di rigore, segna il momentaneo vantaggio siciliano con una finalizzazione di punta stile calcetto. La Juve Stabia è alle corde ma Dini, estremo difensore dei padroni di casa, la combina grossa cercando di fraseggiare fuori dal limite dell’area di rigore con i propri compagni ma regalando di fatto il pallone del pareggio a El Ouazni. Nel secondo tempo il Trapani continua a provarci senza grande convinzione e quando la gara si stava per adagiare sul punto reciproco ecco che al 93’ un piatto destro di controbalzo di Mezavilla fa volare in classifica la Juve Stabia che ormai sta costruendo un solco importante su tutte le sue antagoniste per la vittoria del campionato.

Casertana-Monopoli 0-1 [79′ Mangni]

Scivolone interno per la Casertana che cede al “Pinto” di Caserta contro il Monopoli di mister Scienza. Nei primi minuti occasioni da una parte e dall’altra: al 6’ Mangni per gli ospiti si divora il vantaggio sparando addosso ad Adamonis, un minuto dopo Castaldo per i padroni di casa non approfitta di un’uscita scellerata di Pissardo mandando il suo colpo di testa fuori dallo specchio dalla porta. I biancoverdi sono molto spavaldi e mettono letteralmente paura in contropiede al 17’ quando poi la conclusione di Mangni viene respinta sulla linea da Lorenzini. Al 35’ ancora uno scatenato Mangni in spaccata prova a sbloccare il risultato ma un tuffo plastico di Adamonis manda in corner.  Nella ripresa si concretizza la più grande legge non scritta del calcio “gol sbagliato, gol subìto”: al 78’ Castaldo divora una clamorosa palla gol non dando la giusta forza al pallone con il sinistro in precario equilibrio a pochi passi da Pissarodo, sul ribaltamento di fronte arriva la ripartenza con cui Mangni segna il gol da tre punti e che ferma nuovamente la Casertana dopo le vittorie contro Paganese e Rende.

Bisceglie-Catania 1-0 [26′ Starita]

Si ferma a sorpresa il Catania che esce sconfitto dal “Ventura” di Bisceglie. I rossoazzurri mostrano una netta supremazia territoriale ma al 25’ Pisseri la combina grossa: l’estremo difensore siciliano cincischia su un rilancio attirando la curiosità di Jakimovski che devia il tiro e il pallone arriva sull’accorrente Starita che punisce gli uomini di Sottil. Il Catania aumenta la pressione tenendo praticamente sempre in mano il pallino del gioco e al 55’ Crispino salva due vole il risultato prima su una conclusione ravvicinata di Biagianti poi su un colpo di testa di Silvestri. L’ultima grande opportunità per i catanesi capita sul piede di Curiale ma la sua girata in area di rigore viene stoppata da un Crispino in stato di grazia.

Cavese-Potenza 1-1 [25′ Genchi (P), 62′ Palomeque (C)]

Partita a viso aperto tra Cavese e Potenza che alla fine si accontentano di dividere il bottino di un punto a testa. Al 12’ ci prova subito Emerson per i lucani dai 30 metri con un gran tiro su punizione che finisce sul palo alla destra di Vono. Risponde al 20’ la Cavese con Bettini che in area di rigore non sfrutta bene un assist di Lia dalla destra ciccando il pallone. Il Potenza poi trova al 25’ il vantaggio con Genchi che sfrutta una scivolata di Bruno e a tu per tu con Vono non perdona firmando l’1-0. La Cavese prova a rispondere già nel primo tempo al secondo mkinuto di recupero con un tiro velenoso di Migliorini dalla lunetta dell’area di rigore ma Ioime è molto bravo ad andare velocemente a terra per respingere la conclusione insidiosa del numero 4 campano. Nella ripresa insistono i padroni di casa che arrivano al meritato pareggio al 62’ quando Palomeque insacca di testa un cross da corner di Rosafio. Nel finale di gara da segnalare l’espulsione di França per i rossoblù per aver colpito Manetta a palla lontana.

(FOTO DI BELLA)

 

Posizione Squadra Punti Gare
1. Juve Stabia 35 14
2. Rende 27 15
3. Catanzaro 27 14
4. Trapani 26 14
5. Catania 24 13
6. Vibonese 22 14
7. Monopoli 21 13
8. Potenza 21 14
9. Casertana 21 14
10. Sicula Leonzio 18 15
11. Reggina 17 13
12. Cavese 15 13
13. Bisceglie 14 15
14. Virtus Francavilla 13 13
15. Siracusa 13 14
16. Rieti 13 14
17. Matera 6 14
18. Viterbese 5 8
19. Paganese 4 14

Juve Stabia: 1 punto di penalizzazione

Matera: 8 punti di penalizzazione

Monopoli: 2 punti di penalizzazione

Rende: 1 punto di penalizzazione

Siracusa: 1 punto di penalizzazione

Trapani: 1 punto di penalizzazione

 

Related Articles

Leave a Comment